Sicilia Report
Sicilia Report

Guardia di Finanza sequestra mascherine non sicure. Segnalato un imprenditore

La Guardia di Finanza continuerà a vigilare in tutta la Provincia sulla corretta adozione delle misure di contenimento dell’epidemia

CATANIA – I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei controlli disposti dall’Autorità di Governo per il contenimento del contagio da Coronavirus, hanno sottoposto a sequestro in un negozio di Giarre 20 mascherine chirurgiche tnt (tessuto non tessuto), perché ritenute pericolose e non sicure per l’utilizzo.
In particolare, nel corso degli specifici servizi volti a verificare il corretto adempimento alle stringenti disposizioni emanate dal Governo Nazionale e dalle Autorità locali, una pattuglia della Compagnia di Riposto, impegnata nel verificare l’effettiva chiusura degli esercizi commerciali che non vendono generi alimentari e beni di prima necessità, sono entrati in un negozio di Mascali ed hanno individuato diverse mascherine prive degli standard di sicurezza previsti dalla Comunità Europea, che venivano vendute, sprovviste di alcuna confezione, senza l’indicazione del Paese d’origine, dei materiali impiegati, delle precauzioni, della destinazione d’uso nonché delle istruzioni in lingua italiana.
Per quanto sopra, sono state contestate al legale rappresentante le relative sanzioni pecuniarie previste dal Codice al Consumo e sono state sottoposte a sequestro le mascherine.
La Guardia di Finanza continuerà a vigilare in tutta la Provincia sulla corretta adozione delle misure di contenimento dell’epidemia, controllando la reale necessità degli spostamenti dei cittadini e perseguendo ogni forma di speculazione sui prezzi di vendita e sulla sicurezza dei prodotti commercializzati, a tutela del mercato e, soprattutto, della salute pubblica.

Commenti