Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Catania
Furto di costoso orologio all’aeroporto, denunciata una giovane donna dalla Polizia

La Polizia di Frontiera esaminando le registrazioni del sistema di videosorveglianza in uso all’aerostazione, individuava una giovane donna responsabile del furto

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Ennesimo furto sventato dalla Polizia di Frontiera in servizio l’aeroporto di Catania: a seguito di minuziose indagini, i poliziotti riuscivano a rintracciare e deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Catania, una giovane passeggera in partenza per Bergamo, responsabile del reato di furto aggravato.
La mattinata dello scorso 22 gennaio, un passeggero, sottoponendosi ai controlli di sicurezza, dimenticava il proprio orologio Breitling all’interno della vaschetta “svuotatasche” e, una volta raggiunta la sala imbarchi, si accorgeva di non essere più in possesso del costoso orologio. Ritornando sul posto, malgrado le ricerche effettuate, non riusciva a rientrarne in possesso.
Dei fatti, veniva data notizia al personale di Polizia, che dopo la denuncia di furto, si adoperava alla ricerca del responsabile che, esaminando le registrazioni del sistema di videosorveglianza in uso all’aerostazione, veniva individuato in una giovane donna.
Effettuata una rapida ricerca in sala imbarchi, i poliziotti riuscivano, innanzi al gate d’imbarco, a rintracciare la ragazza la quale, accompagnata negli Uffici di Polizia, spontaneamente consegnava la refurtiva.
Il bene recuperato, di concerto con il P.M. di turno, veniva restituito all’avente diritto, ancora presente in aerostazione, mentre la donna veniva denunciata per il furto commesso.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci