Sicilia Report
Sicilia Report

Francia: fonti investigative, “attentatore sbarcato a Lampedusa il 20 settembre”

Era indagato da procura Agrigento per immigrazione clandestina

Palermo, 29 ott. – Secondo quanto apprende l’Adnkronos, l’attentatore tunisino di Nizza era sbarcato a Lampedusa lo scorso 20 settembre con un gruppo di altri migranti che si trovavano si un barcone. Nella stessa giornata arrivarono sull’isola oltre venti sbarchi.

Bottone 980×300

Era sbarcato a Lampedusa con un gruppo di migranti il killer tunisino dell’attentato nella chiesa di Nizza, secondo quanto si apprende da fonti investigative italiane. Sono in corso le indagini per ricostruire i successivi spostamenti dell’uomo. Anche il tunisino responsabile dell’attentato al mercatino di Natale di Berlino nel 2016, Anis Amri, sbarcò in Italia. L’uomo arrivò a Lampedusa nel 2011 con altri migranti. Dichiaratosi minorenne fu trasferito in un centro per minori in Sicilia e successivamente si spostò in Germania.

L’attentatore tunisino di Nizza, Brahim Aoussaoui, 21 anni, dopo il suo arrivo a Lampedusa, lo scorso 20 settembre, come apprende l’Adnkronos, era stato indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Con lui vennero iscritti nel registro degli indagati anche gli altri connazionali arrivati quel giorno sull’isola delle Pelagie. Quel giorno arrivarono a Lampedusa una ventina di barconi con a bordo soprattutto tunisini, tra cui il terrorista.
(Adnkronos)

Commenti