Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio

Acireale
Festeggiavano battesimo in quaranta, tutti i partecipanti sanzionati

Il locale è stato sanzionato e chiuso per 5 giorni come prevede la normativa

Lo scorso fine settimana, così come disposto dal Comando Provinciale di Catania su strategiche linee guida concordate in sede prefettizia, i Carabinieri della Compagnia di Acireale hanno eseguito dei servizi straordinari di controllo del territorio nei comuni di Acireale e Aci Castello, finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, nonché  al contenimento della diffusione epidemica da coronavirus.

I militari, collaborati dai colleghi della C.I.O. del XII° Reggimento Sicilia, hanno controllato complessivamente 62 persone, di cui 18 sanzionate per l’inosservanza del divieto di spostamento in comune diverso da quello di residenza, salvo comprovate esigenze; 13 sanzionate per non aver mantenuto una distanza di sicurezza di almeno un metro, provocando un assembramento con altre persone all’interno di un esercizio pubblico; procedevano, inoltre, al controllo di un ristorante ubicato ad Acireale in via Giovanni Verga all’interno del quale una quarantina di persone, tra adulti e bambini, stavano festeggiando un battesimo con somministrazione sul posto di alimenti e bevande, in violazione delle misure di contenimento della diffusione epidemica da coronavirus. Ad ognuno dei partecipanti adulti è stata elevata la sanzione di euro 400, mentre per il locale è stata disposta la chiusura temporanea per 5 giorni.

I commenti sono chiusi.