Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Corso Sicilia, vigili urbani aggrediti durante controlli antibusivismo

Pogliese: ”Episodio inaccettabile, rispettare la divisa è doveroso”

19

CATANIA – Un ufficiale e un ispettore della polizia locale del comune di Catania sono stati aggrediti in corso Sicilia e colpiti con pugni al volto, da uno straniero durante un controllo per la lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale poco prima di mezzogiorno. Nonostante l’intervento dei colleghi vigili urbani, presenti con tre pattuglie, l’energumeno è riuscito a dileguarsi mentre i due graduati del Corpo municipale del reparto annona guidato da Francesco Caccamo, sono stati medicati in ospedale con una prognosi di cinque giorni. Sequestrato un centinaio di paia di scarpe contraffatte di importanti marchi commerciali.
Sull’episodio sono intervenuti con una nota il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore alla polizia locale Alessandro Porto:”Esprimiamo vicinanza e solidarietà ai due vigili urbani vittime di inaccettabile violenza durante l’adempimento del loro dovere. Nonostante l’esiguità del corpo della polizia municipale, interveniamo frequentemente per limitare il dilagare dei fenomeni dell’abusivismo e della contraffazione in cui spesso vengono colti in flagranza, a vendere merce vietate per le strade, soggetti di altre nazionalità. E’ inaccettabile che oltre a violare le regole del nostro paese, costoro reagiscano con violenza all’azione di personale in divisa che svolge con diligenza il proprio lavoro di legalità. A questa proditoria azione rispondiamo intensificando i controlli e le verifiche – hanno aggiunto il sindaco e l’assessore – anche e soprattutto con le squadre interforze tra la polizia municipale e le altre forze dell’ordine, come sta avvenendo con ottimi risultati in tutta la città, grazie a un proficuo lavoro sinergico coordinato del prefetto e del questore”

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci