Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Catania
Coronavirus, Polizia denuncia 14 persone per inosservanza del decreto

Le autocertificazioni presentate saranno oggetto di accertamenti d’ufficio per verificare la veridicità delle dichiarazioni rilasciate agli operatori di polizia, pena la contestazione del reato di false dichiarazioni rese a pubblico ufficiale ex art. 495 c.p

CATANIA – Continua incessantemente l’attività di controllo del territorio da parte degli equipaggi dell’UPGSP finalizzata alla verifica del rispetto delle prescrizioni imposte con i recenti decreti ministeriali volti al contenimento della diffusione del nuovo coronavirus.
Nella giornata di ieri si è proceduto a numerosi controlli su strada al fine di acquisire le autocertificazioni attestanti i motivi dei loro spostamenti.
A seguito delle verifiche effettuate dal personale operante si procedeva alla denuncia in stato di libertà per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità (art. 650 c.p.) di 14 di tali soggetti, in quanto la ragione per la quale erano usciti dalle proprie abitazioni non era riconducile né a motivi di lavoro, né a motivi di salute, né ad altre esigenze particolari che giustificassero una deroga al dettato normativo.
Inoltre, le autocertificazioni presentate saranno oggetto di accertamenti d’ufficio per verificare la veridicità delle dichiarazioni rilasciate agli operatori di polizia, pena la contestazione del reato di false dichiarazioni rese a pubblico ufficiale ex art. 495 c.p.
Altresì, sono stati controllati 25 esercizi pubblici; il titolare di uno di essi, un chiosco bar sito in via Stella Polare, veniva denunciato in quanto, nonostante il divieto e le diffide, continuava ad esercitare la sua attività somministrando alimenti e bevande.
Infine, in alcune occasioni le persone riunite in assembramento sono state invitate a fare rientro a casa.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci