Sicilia Report
Sicilia Report

Controlli a Bronte e Scordia: sanzioni per lavoro nero e anti Covid

I Carabinieri della Stazione di Bronte, coadiuvati dai colleghi del N.I.L. di Catania, hanno eseguito un servizio volto a verificare il rispetto delle norme in materia di sicurezza sui posti di lavoro, nonché sul rispetto delle norme anti covid-19.

Bottone 980×300

1. Denunciato il titolare di una ditta con sede legale in contrada Barrili a Bronte, operante nell’estrazione – commercializzazione di materiale inerte lavico e conglomerati cementizi, movimento terra e trasporti, perché ometteva di abilitare 2 lavoratori alla conduzione di mezzi complessi di movimento terra; nella circostanza sono stati identificati 5 lavoratori (italiani) dei quali 3 lavoravano in nero; i militari hanno emesso provvedimento di sospensione dell’attività per lavoro in nero e contestato ammende e sanzioni amministrative pari ad euro 14.600; sono stati recuperati contributi previdenziali ed assistenziali pari ad euro 2.400.
2. Sanzionato il titolare di una ditta di via Lombardia a Bronte, operante nel settore di produzione di farine, per mancata predisposizione aziendale di condivisione anti covid-19; nella circostanza è stato identificato 1 lavoratore assunto regolarmente.

I Carabinieri della Stazione di Scordia, nell’ambito dei servizi predisposti in ottemperanza delle disposizioni prefettizie per l’osservanza delle norme anticovid-19, hanno proceduto al controllo di un chiosco ubicato in quella via Ruggieri.

Nel corso della verifica si appurato che è il dipendente dell’esercizio pubblico consentiva ad un cliente di consumare la colazione al banco, motivo per cui sono state elevate sanzioni sia all’avventore che al titolare del chiosco, nonché disposta la chiusura dell’attività commerciale per la durata di 5 giorni.

Commenti