112 Carabinieri
Foto archivio

I Carabinieri della Compagnia di Acireale, hanno svolto una vasta attività di controllo in tutto il territorio di giurisdizione, finalizzata al contrasto della criminalità in genere ed al controllo degli esercizi pubblici.
In particolare i militari della Sezione Radiomobile, durante il predetto servizio, hanno tratto in arresto un 60enne, poiché ritenuto responsabile di tentato furto aggravato.
L’uomo è stato sorpreso da una pattuglia che transitava in via Salvatore Vigo di Acireale, mentre si trovava sdraiato sotto alla parte posteriore di un’autovettura parcheggiata.

Pubblicità

I militari, dal momento che non poteva essere un meccanico, si sono subito insospettiti e lo hanno bloccato, constatando che lo stesso stava smontando il catalizzatore del predetto veicolo.

Nell’ambito dell’attività, inoltre, particolare attenzione è stata posta sui controlli agli esercizi commerciali e dei lidi balneari.

I militari, coadiuvati da personale dell’A.S.P. Catania U.O. – Igiene Pubblica, hanno sottoposto a controllo 3 esercizi pubblici di intrattenimento, contestando violazioni amministrative e igienico-sanitarie, per un ammontare complessivo di 10.000 euro circa.

Nel corso del medesimo servizio è stato inoltre effettuato un controllo del lido “Esagono”, nel comune di Aci castello.
Dopo aver effettuato l’accesso i militari si sono resi contro che, all’interno di quell’esercizio commerciale, non veniva rispettato l’obbligatorio distanziamento interpersonale né, tantomeno, i previsti protocolli disciplinati dalla normativa anti-Covid.
Per tali motivi è stata irrogata la sanzione amministrativa di 400 euro, nonché la chiusura provvisoria per 5 giorni dello stabilimento.

I militari, inoltre, hanno effettuato numerosi posti di controllo al fine di verificare il rispetto delle norme del Codice della Strada. In particolare i carabinieri hanno identificato 40 persone e sottoposto a controllo 31 veicoli, segnalando un ragazzo quale assuntore di sostanze stupefacenti alla Prefettura ed elevando 5 sanzioni amministrative per violazioni al C.d.S..