Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Carabinieri, interventi a Catania e provincia nel fine settimana

Tempo di lettura: 3 minuti

Catania. Arrestato e tradotto in carcere: spacciava ai domiciliari
I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Catania, hanno arrestato il 22enne Nicola SPARTI, già agli arresti domiciliari.
Il provvedimento di aggravamento è scaturito dall’arresto del giovane per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, come si ricorderà operato a seguito di un suo inseguimento ad opera dei carabinieri in via Del Parco mentre in quel momento, appunto, si trovava si trovava già ristretto ai domiciliari.
L’arrestato è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

Sparti N.

Catania. Evade dai domiciliari, localizzato ed arrestato
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania, nella flagranza di evasione, hanno arrestato il 29enne Salvatore BIONDI.
L’uomo, già gravato dagli arresti domiciliari per reati in materia di droga, invece, è stato notato concedersi una passeggiata sulla pubblica via ed i militari, pertanto, lo hanno immediatamente bloccato e ricondotto presso la sua abitazione in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

Biondi S.

Gravina di Catania. Arrestato per una rapina commessa a Mestre (VE)
I Carabinieri della Stazione di Gravina di Catania, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia, hanno arrestato il 39enne catanese Orazio MOSCHETTO, già ristretto agli arresti domiciliari per altra causa
Il provvedimento a carico dell’uomo scaturisce, in particolare, da una rapina in concorso che il MOSCHETTO avrebbe perpetrato il 1 dicembre del 2012 in Mestre (VE).
L’arrestato è stato associato al carcere di Catania P.zza Lanza.

Moschetto O.

Bronte (CT). Arrestato per un furto perpetrato a Pisa
I Carabinieri della Stazione di Bronte, in esecuzione di un provvedimento di revoca della sospensione e che, contestualmente, ne disponeva la carcerazione, hanno arrestato il 42enne Angelo LIUZZO, del posto.
L’uomo, che dovrà espiare la pena di un anno e sei mesi di reclusione, nonché mesi sei di arresto, si era reso responsabile di furto aggravato e possesso di chiavi alterate o grimaldelli, commesso in Pisa nel 2016.
L’arrestato è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

Liuzzo A.

Palagonia (CT). Rubavano arance di proprietà del comune: arrestati
I Carabinieri della Stazione di Palagonia, nella flagranza del reato di furto aggravato, hanno arrestato il 28enne Giuseppe BONSIGNORE ed il 20enne Samuele POZZO, entrambi del posto.
I militari, durate il controllo del territorio hanno notato i due che, tranquillamente, a bordo della loro Fiat Panda, si erano introdotti in un’area di pertinenza comunale sita tra le vie Indipendenza e Mascagni.
Quivi, in particolare, i due avevano ben pensato di rifornirsi a costo zero di succose arance che, poi, avrebbero rivenduto agli angoli delle strade in barba a qualsiasi obbligo di legge.
I due provetti rivenditori, che sino a quel momento avevano caricato sull’autovettura circa 150 kg di frutti, non hanno saputo fornire alcuna spiegazione in merito al possesso degli agrumi e della relativa violazione d’accesso.
Gli agrumi sono stati quindi consegnati ad un rappresentante del comune, legittimo proprietario del bene, mentre i due uomini sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci