Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Botte e lacrime alla vigilia di Natale: marito violento in manette

Sono stati i vicini di casa a chiedere aiuto ai carabinieri mentre accompagnavano la vittima all’Ospedale di Biancavilla

Tempo di lettura: < 1 minuto

BIANCAVILLA (CT) – I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato nella flagranza un pregiudicato del posto di anni 46, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, reati commessi in danno della moglie di anni 37.
Sono stati i vicini di casa a chiedere aiuto ai carabinieri mentre accompagnavano la vittima all’Ospedale di Biancavilla. I militari hanno immediatamente raggiunto il pronto soccorso del nosocomio dove i medici, applicando il protocollo denominato “codice rosa”, stavano già medicando la poveretta per un trauma cervicale e facciale, delle ecchimosi al collo e al labbro superiore, lesioni causatele dal marito che, al termine di una banale discussione, l’aveva aggredita tentando anche di strangolarla mentre la donna teneva in braccio la loro figlioletta di appena 4 mesi.
Azione non compiutasi grazie all’intervento del figlio 14enne della coppia che era accorso in difesa della madre e della sorellina spintonando il padre, permettendo così alla vittima di divincolarsi e fuggire via per chiedere aiuto ai vicini di casa.
Un’altra pattuglia nel frattempo raggiungeva l’abitazione della coppia all’interno della quale erano presenti oltre al reo, subito bloccato ed ammanettato, i due figli minori della coppia e una zia materna che accudiva la piccolina di pochi mesi.
L’arrestato, in attesa delle decisioni del G.I.P. del Tribunale etneo, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci