Belpasso, il sindaco Motta sul ritrovamento di cani uccisi

di

“Sono indignato e sconcertato per la crudeltà di quanto è avvenuto – lo dichiara il sindaco Daniele Motta, in seguito al ritrovamento di alcuni cani morti per avvelenamento nel territorio di Belpasso. “Belpasso condanna con fermezza tale gesto di violenza, mentre questa città ribadisce il suo sforzo continuo nell’amorevole accoglienza degli amici a quattro zampe. Lo testimonia l’opera dell’Amministrazione comunale, che ha sempre tutelato gli animali e messo in campo mezzi, strutture, risorse umane e iniziative, con le sterilizzazioni, le microchippature, i ricoveri in canile, l’assistenza di un ambulatorio veterinario che è un fiore all’occhiello in provincia e soprattutto con un fitto dialogo con le associazioni di volontariato del settore.
“Provo purtroppo – prosegue il sindaco – un’amara sensazione di smarrimento e di impotenza di fronte a gesti tanto vili e crudeli come quello che si è appena verificato. Questa non è solo inciviltà ma è addirittura mancanza di umanità. Da parte nostra continueremo a lottare con tutti i mezzi che la legge ci mette a disposizione, intensificando in ogni modo le attività di sorveglianza del territorio e di tutela degli animali. Ma il ruolo dei cittadini è indispensabile! Il nostro territorio è vastissimo ed è quindi fondamentale che i cittadini segnalino subito ogni situazione di rischio, perché si possa intervenire prima che accada l’irreparabile”, conclude Motta.
A proposito del trasferimento delle carcasse dei cani nell’ambulatorio veterinario, il sindaco precisa che “è stato dovuto ad esigenze di urgenza, andavano tolte subito perché altrimenti avrebbero rappresentato un rischio per altri animali e per le persone”.