Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Attività dei Carabinieri nella giornata di ieri, domenica 23 febbraio

Tempo di lettura: 3 minuti

Catania – Arrestato topo d’auto in fuga dal proprietario
I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 29enne catanese Santo GIAMBLANCO, poiché ritenuto responsabile di tentato furto aggravato.
A seguito di chiamata al 112 formulata dal proprietario di una Jeep Renegade, i militari, allertati dalla centrale operativa del Comando Provinciale, sono intervenuti in questa via Filadelfo dove il ladro aveva tentato di forzare lo sportello di una Jeep Renegade ivi regolarmente parcheggiata.
I carabinieri lo hanno bloccato ed ammanettato mentre fuggiva inseguito dal proprietario che lo aveva colto sul fatto.
L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

Giamblanco S.

Misterbianco (CT). Nascondeva la cocaina nel sottotetto: arrestato
I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato nella flagranza il 35enne Carmelo RUSSO del posto, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
AtÈ stato fermato per controllo mentre in bici percorreva via Matteotti. I militari, percependo nel soggetto una certa insofferenza, lo hanno perquisito sul posto trovandogli nella tasca del giubbotto alcuni grammi di cocaina nascosti dentro un pacchetto di sigarette. Estendendo la perquisizione nell’abitazione dell’uomo, i carabinieri sono riusciti a scovare, sotto un’asse di legno posta nel sottotetto dell’immobile diversi involucri di plastica termosaldati contenenti complessivamente circa 50 grammi di cocaina, nonché del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in vendita.

Russo C.

Castel di Iudica (CT). Arrestati due ladri d’arance: i CC sequestrano le auto utilizzate per il furto
I Carabinieri di Castel di Iudica hanno arrestato nella flagranza i fratelli paternesi Davide MANNINO di anni 33 e Rosario MANNINO di anni 28, poiché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso.
Grazie alla telefonata al 112 formulata dalla vittima, che in mattinata aveva già subito analogo furto, i militari sono intervenuti tempestivamente in contrada San Giovanni Bellone dove sono riusciti a bloccare una Renault Twingo e una Fiat Punto, in uso ai correi, cariche di arance (circa 400 Kg) appena rubate nell’agrumeto di proprietà dell’imprenditore agricolo.
I veicoli sono stati sottoposti a sequestro, mentre la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.
L’Arma etnea invita i proprietari terrieri a chiamare il 112 o direttamente i numeri delle Stazioni Carabinieri per qualsiasi movimento di persone estranee che si registri nei pressi delle loro coltivazioni poiché nelle aree sensibili al fenomeno, come peraltro dimostrato nell’occasione degli arresti di Castel di Iudica, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio così come disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Catania.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci