Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Agguato Librino, neomelodico nipote del boss dedica canzone a vittima

Niko Pandetta su Facebook: "Riposa in pace vita mia, sarai il mio angelo custode"

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA, 9 ago. – Il cantante neomelodico catanese Niko Pandetta, noto alle cronache per la canzone dedicata allo zio, il boss Turi Cappello, detenuto al 41 bis, a poche ore dalla sparatoria che ha fatto due morti e due feriti a Librino, saluta con un post su Facebook una delle due vittime dell’agguato, Vincenzo Scalia, 26 anni.
“Riposa in pace vita mia, non mi poteva arrivare notizia più brutta. Ancora non ci credo angelo”, scriveva l’artista ieri sera postando una foto che lo ritrae abbracciato con Scalia. Poche ore fa un nuovo post, con il quale Pandetta dedica all’amico una canzone inedita dal titolo “Vita sbagliata”, nella quale tra l’altro dice: “Noi siamo figli ‘e sti strad e sti strad c’hann cundannat”, “ma nun turnass aretmai’.

“Anteprima x mio fratello Enzo – il testo che accompagna il file audio- riposa in pace – Mi dicevi sempre quando mi scrivi una canzone. Non volevo farlo per la tua morte. Adesso sarai il mio angelo custode per tutta la vita ti amo fratellino”.
(Adnkronos)

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci