Aggressione autista Amt, individuato e bloccato automobilista

di

Sono immediatamente intervenute le Volanti della Questura, alla richiesta di soccorso giunta da via Palermo, dove l’autista di una vettura dell’Azienda Metropolitana Trasporti è stato aggredito violentemente da un automobilista col quale aveva avuto un banale diverbio su questioni di circolazione stradale.

I poliziotti sono arrivati sul posto quando già l’aggressore, evidentemente paventando l’intervento delle Forze dell’Ordine, si era allontanato ma, grazie alle seppur scarsissime indicazioni fornite dalla stessa vittima dell’aggressione e dai passeggeri presenti sull’autobus, sono riusciti a individuarlo e a bloccarlo poco distante.

Da una prima ricostruzione dei fatti pare che l’aggressore, un pregiudicato catanese di 43 anni, si sia scagliato contro la vettura e il suo conducente, brandendo una “chiave a croce” per presupposti problemi di precedenza stradale. Ma, il conducente del bus – non volendo intavolare quella che aveva tutto l’aspetto di una discussione poco amichevole – gli avrebbe rifiutato l’apertura della “bussola” con ciò determinando nell’automobilista la reazione violenta che lo ha visto colpire, con l’arnese di cui era in possesso, prima i vetri dell’autobus e, una volta infranti, il braccio del conducente che ha così riportato lesioni.

Adesso, il pregiudicato si trova in Questura dove viene vagliata la sua posizione sia in merito alle ferite inferte all’autista AMT, che è stato costretto a riparare al Pronto Soccorso, sia in merito al danneggiamento della vettura del servizio pubblico.