Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Fondi europei: green deal e digital transformation all’Archimede di Acireale

Lunedì 27 aprile 2020 alle ore 10.30 avrà luogo un convegno in videoconferenza organizzato dai ragazzi delle classi IV a e IV D del Liceo “Archimede” di Acireale

Tempo di lettura: 2 minuti

ACIREALE – Lunedì 27 aprile 2020 alle ore 10.30 avrà luogo un convegno in videoconferenza organizzato dai ragazzi delle classi IV a e IV D del Liceo “Archimede” di Acireale.
Il Liceo Archimede, l’Ufficio territoriale della Commissione Europea Europe Direct Trapani diretto dalla dott.ssa Marta Ferrantelli , gli Amici di Asoc, con la presenza del vescovo di Acireale mons. A.Raspanti, in qualità di presidente della Fondazione Città del Fanciullo Acireale, e del sindaco di Acireale ing. Stefano Alì, discuteranno sull’impatto economico ed effettivo dei finanziamenti europei sul territorio dando vita ad un dibattito: “L’uso dei fondi strutturali europei per un’Europa adatta all’era digitale per la tutela dell’ambiente”.

I ragazzi presenteranno il progetto intrapreso grazie all’esperienza formativa dell’alternanza scuola lavoro promossa dal Liceo Archimede di Acireale, seguendo l’orientamentodell’Unione europea sulla Green deal e la Digital transformation. Hanno effettuato un percorso di ricerca dei soggetti interessati, dei dati e dei fondi relativi agli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico nel Torrente Lavinaio Platani, corso d’acqua che attraversa Acireale e che negli anni passati ha procurato diverse vittime. In tal modo hanno avuto la possibilità di avere un bilancio chiaro sulle spese effettuate e sui fondi fino ad oggi impiegati.
Il team dei ragazzi del liceo Archimede si è definito “i torrentoni” perchè, com’è di facile intuizione, deriva da una fusione dei termini “torrente”, “terroni” e “polentoni”. I giovani, nonostante sia un progetto che riguarda sostanzialmente la Sicilia e più nello specifico Acireale, hanno cercato di darsi un’identità nazionale, superando le insensate barriere erette tra nord (i polentoni) e sud (i terroni).
Gli studenti, nonostante l’emergenza Covid-19 in atto e l’attuale allontanamento fisico dalla scuola, hanno continuato gli incontri, le riflessioni e gli studi in equipe attraverso i diversi canali di comunicazione, attuando la “didattica a distanza”.
www.diocesiacireale.it

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci