Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Acireale, una nuova stagione concertistica contribuisce alla salvaguardia della Basilica Collegiata di San Sebastiano

Si tratta di sette concerti organizzati in sinergia con la Camerata Polifonica Siciliana, dopo il successo registrato da Carmina Burana lo scorso marzo, che saranno presentati venerdì 13 dicembre

Tempo di lettura: < 1 minuto

Lo avevano annunciato lo scorso marzo, a seguito del successo ottenuto dalla riproposizione dei Carmina Burana di Carl Orff nella versione con coro, due pianoforti e percussioni, ed ora la Basilica Collegiata di San Sebastiano di Acireale, ritenuta la struttura più antica della città perché costruita su un luogo di culto risalente all’epoca aragonese, si prepara ad aprire le sue porte per ospitare per la prima volta una sua stagione concertistica organizzata insieme alla Camerata Polifonica Siciliana che andrà dal 20 dicembre con “A Nuvena – Gran Galà di Natale” e fino al 5 giugno 2020 per un totale di sette eventi musicali. Un evento artistico di grande spessore organizzato da una parte per dare uno slancio culturale e di socialità alla città di Acireale, dove fino ad oggi è mancata una vera e propria stagione concertistica, e dall’altra contribuire ai lavori di restauro di cui necessita la stessa Basilica Collegiata di San Sebastiano, dichiarata Monumento Nazionale.
Venerdì 13 dicembre alle ore 10.30 la Stagione concertistica della Basilica Collegiata di San Sebastiano sarà presentata nel corso di una conferenza stampa che si terrà negli stessi locali della Basilica (piazza Lionardo Vigo, Acireale), dal Decano Don Vittorio Rocca, da Nino Di Blasi, direttore artistico degli eventi culturali della Basilica, e dalle maggiori cariche della Camerata Polifonica Siciliana: il presidente Aldo Mattina e il direttore artistico Giovanni Ferrauto.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci