Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Sospeso il “Maggio Sangregorese”: previsto in primavera è stato rinviato a data da destinarsi

Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro: «si tratta solo di un periodo emergenziale»

Tempo di lettura: < 1 minuto

SAN GREGORIO (CT) – Il “Maggio Sangregorese”, serie di eventi artistico-musicali ideato dall’assessore allo Spettacolo, Giovanni Zappalà, e promosso dall’Amministrazione Corsaro, è stato sospeso e rinviato a data da destinarsi a seguito dell’emergenza coronavirus.
Nel calendario degli eventi erano previsti: al Piano Immacolata, il 3 maggio, la Prima edizione di “Giochi in compagnia”, organizzato dall’associazione “Ferro e fuoco”; sempre al Piano Immacolata, il 9 e 10 maggio, la Terza edizione della “Festa di primavera” organizzata dall’associazione “Sorrisolandia”; all’auditorium “Carlo Alberto dalla Chiesa”, il 20-24 maggio la Terza edizione del concorso musicale nazionale “Vittorio Blanco” organizzato dall’associazione “Accompagnare la genitorialità” e infine la Quarta edizione del Festival regionale dei cantastorie “Accorato canto di Sicilia”, organizzato dall’associazione “Radiusu” e previsto per il 30 e il 31 maggio all’Auditorium “Dalla chiesa”.
«Siamo rammaricati – ha dichiarato l’assessore Giovanni Zappalà – per aver dovuto sospendere questa importante e interessante serie di eventi a San Gregorio. Questo maledetto virus ci ha impedito, non certo per sempre, di mettere insieme cultura, socialità, artigianato e spettacolo.
«È intendimento di questo assessorato, dove e possibile – ha sottolineato e concluso Zappalà -, recuperare alcune delle manifestazioni summenzionate da settembre in poi, di concerto con le associazioni promotrici».
Per il primo cittadino, Carmelo Corsaro «si tratta solo di un periodo emergenziale – ha detto -; i nostri concittadini gradualmente dovranno tornare alla normalità e non solo lavorative e sociali, così come dettano le indicazioni nazionali, ma anche culturali ed artistiche. Una società privata di cultura e arte è una società priva di anima».

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci