Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

San Gregorio: prorogati i divieti precauzionali per l’accesso a servizi e strutture

Intensa attività per aiutare le famiglie in disagio economico

Tempo di lettura: 2 minuti

SAN GREGORIO (CT) – Il sindaco di San Gregorio, Carmelo Corsaro, tenuto conto dei consigli emanati dal Ministero della Salute e delle raccomandazioni diffuse dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha emesso una nuova ordinanza, la n. 18 del 14 aprile, nella quale ha prorogato l’assetto regolamentare dell’accesso dell’utenza alle strutture, sedi ed uffici comunali fino al 3 maggio fatte salve eventuali proroghe.
Le proroghe riguardano la chiusura al pubblico del cimitero comunale; la sospensione delle attività mercatali del martedì e della domenica su tutto il territorio comunale; la sospensione del ricevimento al pubblico degli uffici comunali; la chiusura di bagni pubblici.
Per tutte le altre necessità i cittadini potranno chiamare il numero telefonico 095/7219116 oppure 095/7219161. Le modalità di interlocuzione con gli uffici comunali, ribadisce l’ordinanza, sono quelli della comunicazione a mezzo posta elettronica o a mezzo telefono, ai riferimenti di contatto reperibili sul sito istituzionale www.comune.sangregoriodicatania.ct.it. Viene ricordato ai cittadini, inoltre, che i servizi di stato saranno garantiti previo appuntamento telefonico o telematico.
Infine, viene precisato nel documento sindacale che altre proroghe potranno verificarsi in caso di necessità.
«Al momento – fa sapere il primo cittadino – il territorio sangregorese è sotto controllo, il Corpo di Polizia locale è in forza e svolge un lodevole lavoro insieme agli altri operatori dei Servizi sociali e dei volontari di associazioni locali. Da una settimana – ha continuato il primo cittadino – abbiamo iniziato la distribuzione dei beni di prima necessità a quelle famiglie in difficoltà economiche che hanno fatto richiesta al Comune. Fra qualche giorno – infine – sarà assegnata la Card da utilizzare per l’acquisto di prodotti farmaceutici, para-farmaceutici e beni di prima necessità negli esercizi commerciali localizzati all’interno del territorio sangregorese».
Impegnata sul territorio è anche la Misericordia di San Gregorio, coordinata da Rosario Vaccaro, con il “pronto spesa” e “pronto farmaci”. Chi non può uscire di casa e non ha chi mandare per approvvigionarsi di alimentari e farmaci può chiamare la Misericordia e usufruire di questo servizio fin’ora svolto esclusivamente dai volontari ma a partire da oggi anche dai giovani del servizio civile, rientrati oggi dopo la “sosta covid-19” iniziata l’11 marzo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci