Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Restituito ai proprietari il camper rubato alla Plaia: turisti bergamaschi ringraziano agenti

Grazie all’impegno della Polizia di Stato e all’implementazione del controllo del territorio voluta dal questore Della Cioppa, cresce la percezione di sicurezza in città

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA – Finisce con un inatteso, ma tutto sommato positivo, fuoriprogramma l’avventura dei due turisti bergamaschi che, in vacanza nella città etnea, erano rimasti vittime dell’insensata e quanto mai inutile propensione delinquenziale del catanese 43enne A.A.L. il quale si era appropriato del camper dei due vacanzieri, temporaneamente posteggiato lungo il litorale della Plaja. La goffa operazione criminale ha avuto un altrettanto goffo seguito allorché, posteggiato il grosso mezzo in un’area del quartiere Librino, A.A.L. non ha trovato di meglio che camuffarlo con un pezzo di nastro nero, posto a modificarne la targa.

Ai poliziotti delle Volanti, avvezzi ad affrontare ben altre prodezze delinquenziali, per ritrovare il mezzo rubato è stato sufficiente sfruttare la loro approfondita conoscenza del territorio e la loro usuale abilità, grazie alla quale hanno condotto una breve ma accurata indagine che ha portato all’identificazione del responsabile del grave fatto.
Così, questo pomeriggio, ai sorpresi – ma stavolta in senso buono – turisti, gli agenti hanno riconsegnato il mezzo che, nelle medesime condizioni in cui era stato da essi lasciato, permetterà loro di riprendere le vacanze in serenità, cancellando lo sconforto dell’amara sorpresa che quel maldestro balordo aveva riservato loro.
E, se la bella sorpresa di riavere il camper ha indotto nei turisti sentimenti di gratitudine per l’efficienza e l’abilità dimostrata dagli uomini della Polizia di Stato di Catania, non altrettanto potrà dire A.A.L. che, certamente, non si sarebbe mai sognato di essere scoperto e denunciato.
Il pronto rinvenimento e la consegna del veicolo, avvenuta all’interno di un’area di parcheggio dell’Aeroporto Vincenzo Bellini dov’era stato provvisoriamente ricoverato, sono stati anche favoriti dalla continua implementazione dei servizi di controllo del territorio disposta dal Questore di Catania Mario Della Cioppa e ha indotto una maggiore percezione della sicurezza tanto nei cittadini bergamaschi, quanto in tutti i catanesi che hanno a cuore l’immagine e il buon nome della città di Catania.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci