Sicilia Report
Sicilia Report

Inchiesta “Malupassu”: la nota dura di Dusty di estraneità ai fatti

Le notizie che riguardano il dipendente Frisina sono antecedenti al suo ingresso in azienda avvenuto nel 2018; s'infanga l'onorabilità di una società seria e affidabile

CATANIA – Il coinvolgimento di Fabio Frisina nei fatti che hanno portato all’inchiesta Malupassu, è antecedente e non è in alcun modo associabile con il suo successivo passaggio alle dipendenze di Dusty avvenuto nel settembre 2018. Gli organi di stampa che hanno citato e citano Dusty in questa vicenda, ledono l’immagine e l’onorabilità di una società seria ed affidabile.

Bottone 980×300

Nello specifico. Il collegamento con Dusty in questa vicenda è del tutto errato e pretestuoso, giacché i fatti dell’inchiesta risalgono al 2017 ed il signor Fabio Frisina, è stato assunto dalla Dusty per passaggio immediato e diretto ed inserito in organico il 17.09.2018, e ciò esclusivamente poiché ricompreso nell’elenco degli aventi diritto al passaggio essendo già in forza presso la società Seneco che era il precedente gestore del servizio.

Dusty non ha avuto quindi per concludere, alcun potere di scelta sull’assunzione o meno del signor Fabio Frisina.
Il signor Frisina che dalla precedente società era stato inquadrato con il livello A1, tale è rimasto, senza che Dusty abbia messo in atto alcuna “progressione di carriera” né autonomamente né tanto meno per accogliere richieste di avanzamento di carriera di parte di qualcuno, come erroneamente riportato da alcuni organi di stampa.
[widget id=”text-12″]

Commenti