Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Bambinopoli di San Giovanni Galermo a rischio, il consigliere chiede un intervento urgente

Il consigliere “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Giuseppe Zingale chiede un urgente intervento di manutenzione straordinaria per metterla in sicurezza

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – “Nessun tipo di protezione, solo una sequenza di pali che non impediscono ai bambini, che giocano al suo interno, di arrivare fino ai bordi della strada; magari per rincorrere un pallone. La bambinopoli di via Don Minzoni necessita di un urgente intervento di manutenzione straordinaria per metterla in sicurezza e magari ampliarla con nuovi giochi. Un problema che i residenti del quartiere hanno sottoposto all’attenzione del consigliere del IV municipio Giuseppe Zingale che chiede all’amministrazione comunale lavori adeguati ed immediati. Il quartiere di San Giovanni Galermo detiene il poco invidiabile primato di essere probabilmente l’unico quartiere di Catania a non avere giardini pubblici. L’unico punto pensato apposta per i ragazzi è proprio la bambinopoli di via Don Minzoni che si trova in pessime condizioni. Una conseguenza dovuta all’edilizia selvaggia che ha caratterizzato questo territorio a partire dagli anni ’70 e che ha raggiunto il suo boom dieci anni dopo. Migliaia di abitazioni che non hanno lasciato spazio ai servizi, al verde e ai luoghi di aggregazione per i più piccoli. A questo proposito il consigliere Zingale chiede a Palazzo degli Elefanti di riprendere il vecchio progetto, finito ormai nel dimenticatoio, di realizzare un parco nei pressi di via Villa Flaminia. Un percorso storico-naturalistico che ricalcherebbe il modello già presente del parco Gioeni”.
Comunicato del consigliere “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Giuseppe Zingale

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci