13.9 C
Catania
domenica, Aprile 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeClassicaL’Orchestra Sinfonica Siciliana incide 2 dischi per Brilliant Classics dopo 20anni

L’Orchestra Sinfonica Siciliana incide 2 dischi per Brilliant Classics dopo 20anni

PALERMO – L’Orchestra Sinfonica Siciliana ritorna in sala di incisione, grazie alla lungimirante visione dell’attuale governance della Fondazione che reputa importantissimo collocare un’importante orchestra come la Sinfonica Siciliana nel mercato discografico internazionale, dal quale la compagine mancava da oltre vent’anni.
Una scelta artistica annunciata fin dall’insediamento dell’attuale dirigenza, circa un anno fa, dal Commissario straordinario Nicola Tarantino, dalla direttrice artistica Gianna Fratta e dal sovrintendente Giandomenico Vaccari.
Dalle parole ai fatti; dopo dodici mesi da quell’annuncio fatto a tutta l’orchestra, ecco che l’OSS è in sala di incisione per una doppia incisione discografica, l’una diretta da Giovanni Sollima e l’altra dalla stessa direttrice artistica Gianna Fratta.

Pubblicità

 

Dal 5 giugno al 15 giugno l’Orchestra è stata impegnata al Teatro Golden di via Terrasanta per incidere prima i Quattro interludi marini dal “Peter Grimes” di Benjamin Britten, il Poema dell’estasi di Aleksandr Nikolaevič Skrjabin e la Sagra della primavera di Igor Stravinskij, tre capolavori del Novecento storico diretti da Gianna Fratta, e poi la musica di Eliodoro Sollima, grande musicista siciliano, del quale si sono incisi Rondó burlesco per pianoforte e orchestra, Ouverture da camera per pianoforte e orchestra, Aria per violoncello e archi, Attesa, Concerto per archi. Si tratta di opere composte in un arco temporale molto ampio, dal 1945 al 1997 e che hanno visto al pianoforte Roberto Plano e nel duplice ruolo di violoncellista e direttore il figlio di Eliodoro, Giovanni Sollima, musicista apprezzatissimo nel mondo.

“Intanto é un ritrovare gli affetti – dice il violoncellista, direttore e compositore – e poi è scoprire una persona, mio padre, ventenne e adolescente. I lavori per pianoforte e orchestra sono esplosivi, esprimono una scrittura sapiente, già completa. Poi ci sono le composizioni dell’impegno sociale. È, in sintesi, ritrovare una persona che è mio padre, amatissima da tutta l’orchestra; alla fine tutti se lo ricordano”.

I lavori discografici saranno distribuiti a livello internazionale dalla Brilliant Classics, che vanta collaborazioni con i più grandi interpreti del nostro tempo come Riccardo Chailly, Neville Marriner, Salvatore Sciarrino, Adam Fischer, Darius Milhaud e orchestre come London Symphony Orchestra, Bolshoi Theatre Orchestra, Orchestra della Svizzera Italiana, Leningrad Philarmonic Orchestra, Royal Philharmonic Orchestra, Berliner Sinfonie-Orchester ecc.

Grande soddisfazione da parte della dirigenza, che non manca di sottolineare come la programmazione della FOSS si stia stagliando un posto di primo piano a livello nazionale, sia per il calibro di solisti e direttori ospitati – non dimentichiamo l’inaugurazione della stagione 2021/2022 con Martha Argerich – sia per l’eterogeneità della proposta, che quest’anno ha aggiunto alla stagione sinfonica l’apprezzatissima rassegna delle Domeniche Civiche, sia per le novità assolute, come le incisioni discografiche, le registrazioni live di tre concerti della stagione invernale che verranno trasmessi su Rai Radio 3 e i tour in corso di programmazione nel 2023.

Un momento propizio per la FOSS, proiettata verso traguardi sempre più importanti.

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione PA
Redazione PA
Redazione Palermo
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli