Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Pubblicità

L’Assemblea dei sindaci ha eletto i propri rappresentanti alla Conferenza scolastica provinciale

Presieduta dal sindaco metropolitano Salvo Pogliese, riunita nell’aula consiliare di Palazzo Minoriti

10

CATANIA – L’Assemblea dei sindaci presieduta dal sindaco metropolitano Salvo Pogliese, riunita nell’aula consiliare di Palazzo Minoriti, ha eletto i propri rappresentanti alla Conferenza scolastica provinciale, organismo il cui compito è monitorare e organizzare la rete scolastica della provincia etnea.
Sono stati eletti i sindaci di Aci Castello, Caltagirone, Maletto, Militello, Paternò, San Michele di Ganzaria e Zafferana etnea. Il sindaco Pogliese, in qualità di sindaco della Città metropolitana, è membro di diritto della Conferenza scolastica provinciale.
Tutti i sindaci, preliminarmente, hanno approvato una mozione presentata da Giovanni Burtone, primo cittadino di Militello Val di Catania, che impegna i sette rappresentati delle Amministrazioni comunali ad agire nell’interesse di tutto il territorio provinciale con particolare attenzione per le aree interne e i Comuni montani.
L’Aula ha registrato interventi incisivi dei sindaci delle aree interne e montane, ovvero di quei territori che più di altri subiscono il calo demografico e la conseguente soppressione di scuole che vengono accorpate con quelle dei Comuni più o meno vicini. Una soluzione a questo problema – secondo i sindaci dei Comuni interessati al problema della desertificazione scolastica – è la creazione di Istituti omnicomprensivi che possano accorpare più livelli di istruzione, dagli asili alle superiori, così da seguire gli studenti in tutto il loro percorso di studi. Con la creazione di questi Istituti ogni Comune avrebbe così un dirigente scolastico e una scuola nel proprio territorio, elemento fondamentale per la crescita civile delle comunità locali.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci