Strisce blu Sostare: sindaco Pogliese e presidente Blasi presentano nuovi sistemi di pagamento

di
Nuovi sistemi di pagamento digitali semplificati

CATANIA – Importanti novità “digitali” sono in arrivo sul fronte dei parcheggi e strisce blu. Ad annunciarlo, nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti, il sindaco Salvo Pogliese e Luca Blasi, presidente della partecipata Sostare srl, gestore unico della sosta a tempo e a pagamento su tutto il territorio comunale. Erano presenti all’incontro anche gli avvocati Santa Garilli e Giuseppe Petino, nuovi componenti del cda dell’azienda.
“I nostri concittadini e quanti usufruiranno delle strisce blu – ha detto il sindaco Pogliese – avranno la possibilità di accedere a servizi di pagamento della sosta innovativi, con sistema digitale, e a diverse offerte di ricariche prepagate, che consentiranno di risparmiare tempo e denaro. Si tratta indubbiamente di un miglioramento del servizio, che ci avvicina agli standard delle capitali europee. Ci auguriamo possa trovare riscontri positivi”.
“Il nostro obiettivo – ha spiegato Blasi, che ha ringraziato Pogliese per aver rafforzato i vertici e l’attività dell’azienda – è quello di trasformare il settore della mobilità locale in una logica di integrazione e di intermodalità, fornendo agli utenti servizi sempre più accessibili e smart. Tra questi oggi proponiamo l’ampliamento della platea dei fornitori di sistemi di pagamento della sosta sulle strisce blu, con applicazioni e sistemi elettronici avanzati, sviluppati direttamente dai fornitori del servizio, e l’abbassamento o addirittura, nel caso di quattro società, l’ azzeramento delle commissioni”.
I servizi di pagamento della sosta elettronici e alternativi al parcometro comprendono otto sistemi tra App e Card: Neospark, Easypark, Dopticket, Telepasspay, Phonzie, MyCicero, PaybyPhone, MyTicketStore. Presso i rivenditori autorizzati, inoltre, sono disponibili le schede con microchip, prepagate a scalare, per l’acquisto della sosta tramite parcometri.
Le schede sono di due importi: con credito precaricato di 10 euro, ma che all’utente costerà 9 euro, e di 15 euro, in vendita a 13 euro. “Abbiamo deciso di abbassare i costi delle card – ha sottolineato Blasi – sia perchè con queste non dobbiamo pagare la contazione delle monete dei parcometri, sia perché vogliamo ringraziare i catanesi per la tranquillità che è stata restituita ai dipendenti dell’azienda in un momento difficile”.
“Le novità sui parcheggi – ha concluso Pogliese – non si fermano qui. Presto arriveranno infatti nuovi parcometri che permetteranno di pagare la sosta anche con carta di credito, come nel resto d’Europa”.