Pogliese, lo spot Vodafone sull’Etna si farà

di

CATANIA – Il primo cittadino del capoluogo etneo interviene così sulla bagarre insorta sulla questione, dopo che la Vodafone con regolare richiesta all’Ente Parco dell’Etna si era vista respinta l’istanza per i permessi necessari. E sul social Facebook comunica:- Stava accadendo una cosa vergognosa. La Vodafone aveva scelto l’Etna come location per il prossimo spot, protagonista Patrick Dempsey. Una possibilità di promozione del nostro territorio enorme, a livello mondiale, e totalmente gratuita. Ma alcuni burocrati la stavano vanificando, facendo passare giorni e giorni per rilasciare le necessarie autorizzazioni, che in Trentino erano state rilasciate in appena due ore. Me ne sono accorto appena in tempo, grazie alla segnalazione di un mio personale amico, Alfio Fabiano, e riconosco alla regione di essersi attivata subito, dopo la mia sollecitazione, intervenendo tempestivamente presso l’ente Parco Dell’Etna, e di questo ringrazio gli assessori Razza e Pappalardo. Ringrazio altresì il presidente e i funzionari del Parco per aver compreso il rischio che stavamo passando, provvedendo a correre ai ripari. Posso oggi annunciare che è stato tutto risolto: le autorizzazioni sono state date, la Vodafone girerà lo spot sull’Etna, e il nostro territorio godrà di una opportunità irripetibile di promozione. – Inoltre da Palermo arrivano anche notizie non ancora confermate, per le quali il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, avrebbe deciso di revocare l’incarico di commissario del Parco dell’Etna a Gabriele Ragusa per la vicenda. Pare per l’appunto che una dipendente dell’Ente abbia rigettato l’autorizzazione con una mail informale dopo 16 giorni dopo la richiesta, mentre il Trentino Alto Adige per suo conto, ha dato parere positivo solo dopo appena due ore. Adesso quindi il sindaco di Catania, Salvo Pogliese e gli assessori regionali Sandro Pappalardo e Ruggero Razza contattando sia il commissario Ragusa che la compagnia di telefonia hanno apparentemente sbloccato la situazione.