Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Palazzo degli Elefanti: sindaco Salvo Pogliese riceve neo rettore dell’Università Francesco Priolo

Il primo cittadino e il massimo rappresentante dell'Ateneo catanese hanno concordato di intensificare i rapporti di collaborazione tra le due istituzioni cittadine

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Il sindaco Salvo Pogliese ha ricevuto nel Palazzo degli Elefanti, in visita istituzionale, il neo rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo.
Nel corso del cordiale colloquio, il primo cittadino e il massimo rappresentante dell’Ateneo catanese hanno concordato di intensificare i rapporti di collaborazione tra le due istituzioni cittadine.

“Ringrazio il professore Francesco Priolo – ha detto il sindaco Pogliese – per questa visita da Rettore, che ha evidenziato la volontà reciproca di rafforzare il dialogo e le sinergie tra l’Università e il Comune per dare nuovo slancio alla nostra città. Avvieremo dei tavoli con i nuovi delegati del rettore e gli assessorati comunali per allargare il nostro campo d’azione ai tanti aspetti della vita pubblica cittadina. Sono tanti i settori nei quali lavoreremo insieme, dalla mobilità all’urbanistica, alla valorizzazione e promozione del nostro territorio e delle nostre eccellenze, implementando per esempio quell’ottima iniziativa di dare accesso gratuito a tutti gli studenti sui mezzi pubblici dell’Amt e di Fce”.

“Questa è la mia prima uscita pubblica – ha affermato il rettore Priolo – e intende sottolineare la volontà di un rilancio dell’ateneo in sinergia con quello della città guidata dal sindaco Pogliese. La nostra Università, che ha una storia antica e prestigiosa, ha attraversato un momento difficile ma c’è tutto il nostro impegno perché torni ad essere a pieno titolo, e con il giusto orgoglio per i catanesi, il motore culturale e formativo della città”.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci