Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Luigi Maina: allestita la Camera ardente nel vestibolo di Palazzo degli elefanti

Pogliese: “Palazzo degli Elefanti museo grazie a lui”

CATANIA – Il sindaco Salvo Pogliese nella tarda mattinata di oggi ha accolto, nella corte di palazzo degli elefanti, la salma del commendatore Luigi Maina e aperto la camera ardente per i tanti cittadini e rappresentanti istituzionali che vogliono rendere omaggio nel suo “Palazzo” allo storico cerimoniere del Comune e presidente del comitato dei festeggiamenti agatini.

Il primo cittadino visibilmente commosso ed emozionato, allestendo la camera ardente nel vestibolo di Palazzo degli elefanti, alla presenza di amministratori comunali, rappresentanti del clero e del comitato della festa di Sant’Agata, ha ricordato la personalità di Maina :” E’ una giornata triste per Catania -ha detto Pogliese- perché con la scomparsa di abbiamo perso una parte di noi stessi. I consigli e suggerimenti che egli quotidianamente mi dispensava, mi sono stati sempre preziosi per svolgere il mio mandato di primo cittadino. Pur conoscendolo da parecchi anni, quando già nel 1997 appena venticinquenne mi incoraggiava con il solito garbo come consigliere comunale alla prima esperienza, da sindaco ho potuto registrare la sua sconfinata devozione per Sant’Agata e la città di Catania, a cui dedicato tutta la sua vita. Questo meraviglioso luogo che grazie a lui, dopo oltre sessanta anni di impegno quotidiano, è diventato Palazzo degli Elefanti parla di Gigi Maina in ogni suo angolo. Tantissime sono le opere d’arte e le sculture che egli ha donato al Comune e che sono diventate patrimonio della città. Proprio negli ultimi mesi mi ha sollecitato a inserire palazzo degli elefanti all’interno del circuito museale cittadino. Cosa che puntualmente abbiamo messo in atto, avviando il percorso necessario per rendere il Municipio anche luogo di visite turistiche già a partire dal prossimo 1 gennaio. Lo ricorderemo per sempre – ha concluso – per come merita un grande uomo che ha segnato la storia di Catania con stile e lungimiranza unici”.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci