Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Innovazione Tecnologica, al via il servizio di pagamento elettronico per l’Imposta di Soggiorno tramite PagoPa

Prosegue nell'Amministrazione Comunale di Catania il percorso di digitalizzazione dei pagamenti verso la Pubblica Amministrazione

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA -Prosegue nell’Amministrazione Comunale di Catania il percorso di digitalizzazione dei pagamenti verso la Pubblica Amministrazione tramite PagoPA. Gli operatori del comparto turistico, infatti, ora possono pagare l’Imposta Comunale di Soggiorno attraverso il Portale dei Pagamenti EtnaPay, con estrema facilità tramite l’utilizzo di un pc e una connessione di rete internet e senza necessità di recarsi presso gli Uffici Comunali o in banca. L’utilizzo della soluzione prevede una registrazione con cui sono assegnate a ciascun operatore turistico delle credenziali personali che gli consentono di accedere esclusivamente ai propri dati tributari.
L’implementazione del nuovo servizio è frutto dell’impegno congiunto dell’assessorato all’Innovazione e Smart City, della Direzione Sistemi informativi e della Direzione Gabinetto del sindaco in cui sono incardinati gli uffici comunali del turismo.
“Il nuovo servizio on line di pagamento dell’Imposta di Soggiorno è un’altra forma di sburocratizzazione che stiamo attuando in tutti gli ambiti della macchina amministrativa -ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese -. Si aggiunge ai servizi di pagamento elettronici già attivati per la Tassa Rifiuti, le violazioni al Codice della Strada e i ticket per la Refezione Scolastica e rientra nell’ambito di un piano di modernizzazione e semplificazione per supportare lo snellimento delle procedure burocratiche a cittadini, professionisti e operatori commerciali che vanno agevolati nello svolgimento delle loro attività”.
L’accesso ai dati dei contribuenti della Tassa Comunale di Soggiorno è anche disponibile attraverso l’applicazione CityTax, raggiungibile dalla home page del sito internet del Comune. L’utilizzo della soluzione prevede una registrazione con cui sono assegnate a ciascun operatore turistico delle credenziali personali che gli consentono di accedere esclusivamente ai propri dati tributari. L’implementazione del nuovo servizio è frutto dell’impegno congiunto dell’assessorato all’Innovazione e Smart City, della Direzione Sistemi informativi e della Direzione Gabinetto del sindaco in cui sono incardinati gli uffici comunali del turismo.
La funzionalità di pagamento elettronico mediante PagoPA è stata aggiunta e integrata con le preesistenti procedure di registrazione dei soggiorni e generazione delle dichiarazioni trimestrali da comunicare alla Direzione Gabinetto del sindaco diretta dal dottore Giuseppe Ferraro, ponendo il Comune di Catania tra i primi enti locali italiani a operare questa forma di versamento on line del nuovo tributo per il soggiorno a Catania.
“Il nuovo servizio informatico -ha spiegato l’assessore all’innovazione Alessandro Porto- consente agli operatori commerciali una maggiore rapidità e sicurezza nei pagamenti ed un risparmio sui costi di commissione, permettendo altresì all’Amministrazione Comunale un riscontro immediato dei pagamenti effettuati.
Si tratta di un’ulteriore spinta all’utilizzo delle tecnologie digitali nei servizi messi a disposizione della collettività che dimostra la volontà e la capacità dell’Amministrazione Comunale, nonostante la recente fase di incertezza finanziaria e grazie all’efficace utilizzo dei finanziamenti europei PON METRO, di cogliere le opportunità derivanti dalle tecnologie digitali delineando ulteriormente Catania quale esempio virtuoso di Smart City”.
Sul fronte della lotta all’evasione e alla regolarizzazione, negli ultimi tre mesi i vigili della polizia municipale hanno effettuato 91 accertamenti tra gli operatori turistici e elevato 144 verbali di contravvenzione.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci