Convegno “Piano Banda Ultra Larga Sicilia”

di
Pogliese: “Catania tra le realtà più attive”

CATANIA – “Semplificare l’azione amministrativa e migliorare il rapporto con i cittadini e le imprese è l’obiettivo prioritario che il Comune di Catania si è posto, in linea con quanto richiesto dall’Unione europea, con l’avvio e la predisposizione di tutta una serie di servizi informatici che fanno della nostra città una delle realtà più attive nel settore dell’innovazione digitale”.
Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese ad apertura del convegno “Piano Banda Ultra Larga – Sicilia” organizzato nel Palazzo della Cultura dalla Regione siciliana, e introdotto dal vicepresidente Gaetano Armao, per fare il punto sullo stato dei lavori per la realizzazione della rete pubblica in fibra ottica in Sicilia.
“Tra i servizi messi a punto dalla nostra amministrazione – ha continuato il primo cittadino, affiancato dall’assessore all’Innovazione digitale Alessandro Porto – ci sono l’anagrafe nazionale della popolazione residente – siamo il quarto comune in Italia per dimensioni ad averla attivata- e la fatturazione elettronica. E inoltre il servizio Pago PA per i pagamenti elettronici, dalle multe alle mense scolastiche, e lo spid, il sistema identità digitale che permette con un’unica password di accedere ai servizi on line della pubblica amministrazione, previsti dal codice dell’Amministrazione digitale. Attività che abbiamo realizzato con i finanziamenti europei del Pon Metro, che ci pone come punto di riferimento per le altre realtà dell’area metropolitana per le quali stiamo realizzando un’apposita piattaforma informatica. Le città con le quali abbiamo già avviato collaborazioni sono Aci Castello, Biancavilla, Gravina, Mascalucia, Milo e a breve lo faremo anche con Acicatena, Acireale, Bronte, Camporotondo e Ragalna che hanno già firmato il protocollo d’intesa. Mi auguro che possano aderire a questo fondamentale processo di innovazione digitale tutti i comuni del nostro territorio per una pubblica amministrazione informatizzata e interattiva con i cittadini”.