Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

La carrozza degli artisti con “Orchidea Nera”, gli amanti maledetti”

14

CATANIA –  Lo scritto affidato alla regista Elisa Franco dal giornalista Mario Bruno narra la storia dei marchesi Casati Stampa…una storia intrisa di amore, sesso, violenza. Una storia che l’Italia non ha mai dimenticato. L’opera prodotta da La Carrozza degli Artisti si annuncia come un evento teatrale per il solido spessore drammaturgico. Andrà in scena in prima nazionale. La messinscena rievoca un raccapricciante episodio di cronaca che, il 30 agosto del 1970, sconvolse l’Italia per la sua crudezza, per le nefandezze perpetrate negli ambienti dell’alta borghesia e della nobiltà capitolina e meneghina. Il tutto narrato con il linguaggio asciutto del teatro-cronaca che lascia spazio anche a momenti di romantico abbandono e di insperata tenerezza. Un’opera da non perdere. Un eros malsano pervade la tragedia dei marchesi Casati Stampa di Soncino che tanto clamore suscitò in tutta Italia, particolarmente negli ambienti dell’alta borghesia e della nobiltà. Lui, discendente della Monaca di Monza, nutriva per la moglie una passione malata che lo portò ad amarla per interposta persona, ovvero attraverso rapporti mercenari con maschi occasionali. Lui osservava e filmava gli amplessi, lei accettava passivamente queste esperienze squallide e pericolose che però le garantivano una vita nel lusso e nello sfarzo. Il vizio e la smania di provare emozioni proibite sempre più audaci, porteranno però la diabolica coppia sull’orlo del baratro che spalanca le porte dell’inferno. Regia di Elisa Franco che è pure interprete principale della pièce assieme a Maurizio Nicolosi. Completano il cast Alberto Abbadessa, Tony Gravagna, Viviana Toscano, Rosa Lao, Orazio Marletta, Luca Micci, Massimo Magnano.

N.B. A causa del linguaggio esplicito e per alcune scene raccontate nella loro crudezza lo spettacolo è VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci