Pubblicati da Francesco Cusa

“La casa di Jack” di Lars Von Trier

Al solito, occorre stare molto attenti quando ci si accosta a un’opera di Lars Von Trier. È uno dei pochi grandi artisti che persiste nel nobile compito di sconcertare i contemporanei tramite una costante e indefessa opera di denuncia mascherata con le fattezze del cinismo, della misoginia, della violenza ecc. (un fatto emblematico è che […]

Donne e mimose

La donna e la mimosa. La mimosa e la donna. Le coppiette di innamorati. I bacetti. Al cinema i pop corn e le slinguazzate. Le slinguazzate e i pop corn. Mano nella mano. Ah, poi le mimose gialle. Io non ne posso più di queste ritualità della vita. Mi sembra di stare in un perenne […]

“Campanella” al parco

Leggo l’eretico Campanella. Le visioni di un frate pazzo calabrese nello stridore del parco, circondato da gente pigra che si lamenta. La tortura di Tommaso nel fulgore surreale dell’utopia e le espressioni amare di due signore a passeggio. Dalle segrete del Maschio Angioino urla il Campanella, sottoposto alla tortura del “polledro” e confessa, confessa macerato […]

“Alita”, di Robert Rodriguez

Un film con James Cameron co-produttore

Un film con James Cameron co-produttore Raramente il riadattamento cinematografico di un fumetto mi ha così entusiasmato. E’ il caso di “Alita” di Robert Rodriguez, supervisionato dal Deux Ex Machina James Cameron e tratto dal capolavoro dell’opera di Yukito Kishiro. Non era semplice tentare un’opera di sintesi di una saga di dieci volumi oggetto delle […]

La mitopoiesi del gelato

Il gelato, da che mondo è mondo, è il cono. Non ci sono discussioni. Diffidate sempre da chi lo ordina nella cialda o ancor peggio in “coppetta di plastica”. Quelli che lo prendono nella coppetta di plastica appartengono alla categoria dei frigidi, dei diplomatici, dei burocrati. Di solito è gente che ha problemi di stomaco […]

Cali sulla testa degli empi la scure del Giusto

Tutto il mio disprezzo vada al giudizio barbaro di chi vuol fare la Storia a colpi di cronaca. I fatti relativi agli orrori perpetrati nel resto del pianeta – l’obsoleta classificazione di Terzo e Quarto mondo -,passati al vaglio del giudizio piccino, miserabile, gretto di chi ha ancora uno spazietto nell’animo da destinare all’indignazione. Dal […]

Il mio lungo rapporto con Buster Keaton

Atti e performance di sonorizzazione nell'era digitale

Atti e performance di sonorizzazione nell’era digitale Per questioni insondabili, che non possono essere giustificate o debitamente risolte con la passione e le ragioni dell’opportunità, mi sono ritrovato ad avere a che fare – misticamente – con Buster Keaton, e in particolare con il film “Sherlock Jr.”. Ne ho tratto un progetto, commissionatomi lustri orsono […]

“La favorita” di Yorgos Lanthimos

Davvero uno splendido film “La Favorita” di Yorgos Lanthimos, alla sua settima riuscitissima prova sul grande schermo, la quinta in mainstream (personalmente, ho amato sia “The Lobster” che “Il Sacrificio del Cervo Sacro”). La narrazione procede secondo uno straordinario equilibrio armonico tra regia e prove notevoli delle tre attrici, una triade tra le più efficaci […]

Approssimazioni e Convergenze di Sergio Pasquandrea

La scrittura poetica di Sergio Pasquandrea, in questo sua raccolta poetica dal titolo “Approssimazioni e Convergenze”, procede per squarci semantici. Intendo dire che è una scrittura che celebra, tramite certo descrittivismo del corpo, lo smisurato debordare del Sacro nelle regione della parola e della scrittura vibrante. Perfino le atmosfere oniriche diventano “carne” e metafisica della […]

La pessima scuola

L’Italia è stata rigenerata dalle lezioni televisive del Maestro Manzi e dalle inchieste di Soldati, nonché alfabetizzata da un americano senza grammatiche quale il Bongiorno. Il compito dell’educazione scolastica rimane quello della stimolazione fantastica, della fantasia quale “significazione assoluta”. Nessuno può – per statuto – raccattare le evacuazioni della “jouissance”, i residui, le oasi del […]

Il 2 gennaio

Una fiaba di Francesco Cusa

Una fiaba di Francesco Cusa Erano tutti tristi quel giorno dopo le notti di bagordi. Aleggiava lo spettro di Malanima che col suo graffio portava la malinconia nei cuori e il veleno nei corpi. I bambini frignavano perché insoddisfatti per i troppi regali, gli adolescenti ringhiavano di fronte all’imminente spettro della scuola, madri e padri […]

“Cold War” di Pawel Pawlikowski

Wiktor e Zula sono gli Adamo ed Eva del nostro tempo e “Cold War” è un film sulla paradossale impossibilità d’amare. O meglio: è un film che vede in Thanatos il suggello indispensabile all’assoluto amoroso, al dominio della follia terrena di Eros. Wiktor e Zula possono amarsi e alla fine morire d’amore solo nel contesto […]

Recensione “Roma” di Alfonso Cuarón

“Roma”, il film di Cuarón che prende il nome da un quartiere di Città del Messico, è un’opera che rimanda a certa epicità del cinema rosselliniano (penso proprio a “Roma città aperta”), viscontiano (il rimando è a “La terra trema” e alla poetica dei “Vinti”) e pasoliniano (il “cinema poetico”). Sono suggestioni suggeritemi dall’essenza tragica […]