Pubblicati da Francesco Cusa

La pessima scuola

L’Italia è stata rigenerata dalle lezioni televisive del Maestro Manzi e dalle inchieste di Soldati, nonché alfabetizzata da un americano senza grammatiche quale il Bongiorno. Il compito dell’educazione scolastica rimane quello della stimolazione fantastica, della fantasia quale “significazione assoluta”. Nessuno può – per statuto – raccattare le evacuazioni della “jouissance”, i residui, le oasi del […]

Il 2 gennaio

Una fiaba di Francesco Cusa

Una fiaba di Francesco Cusa Erano tutti tristi quel giorno dopo le notti di bagordi. Aleggiava lo spettro di Malanima che col suo graffio portava la malinconia nei cuori e il veleno nei corpi. I bambini frignavano perché insoddisfatti per i troppi regali, gli adolescenti ringhiavano di fronte all’imminente spettro della scuola, madri e padri […]

“Cold War” di Pawel Pawlikowski

Wiktor e Zula sono gli Adamo ed Eva del nostro tempo e “Cold War” è un film sulla paradossale impossibilità d’amare. O meglio: è un film che vede in Thanatos il suggello indispensabile all’assoluto amoroso, al dominio della follia terrena di Eros. Wiktor e Zula possono amarsi e alla fine morire d’amore solo nel contesto […]

Recensione “Roma” di Alfonso Cuarón

“Roma”, il film di Cuarón che prende il nome da un quartiere di Città del Messico, è un’opera che rimanda a certa epicità del cinema rosselliniano (penso proprio a “Roma città aperta”), viscontiano (il rimando è a “La terra trema” e alla poetica dei “Vinti”) e pasoliniano (il “cinema poetico”). Sono suggestioni suggeritemi dall’essenza tragica […]

L’attualità molesta

Il livello attuale di conoscenze implica tutta una seria di conseguenti riflessioni ed aiuta, per es., a comprendere la visione di un pensatore come Slavoj Zizek. Il potere dello Stato che, anche se a livello legale dovrebbe essere semplicemente la rappresentanza degli interessi dei suoi cittadini

“Tempu voli tempu” vs “Tri pila avi u poccu, u poccu avi tri pila”

Ieri disquisivamo amabilmente con un amico circa l’enorme buco nero (di significato e significante), la voragine semantica che viene ad aprirsi con il detto siciliano (vero e proprio “koan”): “Tempu voli Tempu” (Tempo vuole Tempo). Lo immaginavamo annunciato solennemente da un remoto profeta all’attonita calca di rustici pastori, dall’alto d’una cima d’un promontorio, terrificante monito […]

Meditazioni da piscina

La piscina, lo si sa, può essere un luogo rilassante. A me capita nuotando di avere pensieri, illuminazioni, intuizioni, suggerimenti per racconti, musiche e quant’altro. Oggi, fra una bracciata e l’altra, riflettevo su quanti amici ed esseri sono chiusi all’ ovvietà del “meraviglioso”, serrati a doppia mandata dentro gabbie semantiche, culturali, dogmatiche. Mi tornava in […]

Nuovi preti e nuove dottrine

Amici, il senso dei miei post, scritti ecc. è da ricercare in una severa critica dei nuovi dogmi. Qui non si tratta tanto di definire un campo, un orizzonte del discorso. La deriva post illuministica del dogma scientista non ha nulla a che vedere col termine “Scienza”, che in sostanza significa Conoscenza. Solo uno stolto […]

“Chiamatemi coglione”…

Della serie: “chiamatemi coglione”. Che faccio, che faccio? Non mi vado a comprare un estrattore? Così, tanto per riempirmi di Natura. Bravo! Lo compro e me lo porto a casa (chi conosce il mio disastroso approccio con la manualità starà già ridendo: sono quello che ha montato una poltrona Ikea al contrario. In quei nefasti […]

Sade e l’insalatina

Nel mare meraviglioso di ottobre, accade di captare – nostro malgrado e complice il vento galeotto e messaggero – le comunicazioni degli innamoratini. Nel particolare, parliamo di una biondina tutta “stilosa” e “pucciosa”, al mare con tutto un corredo di pupazzetti, portachiavine con cuoricioni, salviette profumatelle e tavolozza da laccature di piedini e manucce. Capto […]

Recensione di “BlacKkKlansman” di Spike Lee

É molto bello l’ultimo film di Spike Lee “BlacKkKlansman”. Siamo nell’America dei Settanta, dalle parti di Colorado Spring e l’ispirazione è quella relativa a fatti realmente occorsi e tratti dal libro di John David Washington, il primo agente di polizia nero in città. Spike Lee ritrova lo smalto dei suoi lavori più belli e riesce […]

Alienati: come isolarsi in un mondo antropocentrico

La lettura “aliena” della “fenomenologia-Vita” non è più o meno peregrina di tante altre contorte e artificiosissime speculazioni. La ritengo la più probabile, anzi. E se affermo ciò, lo faccio dopo anni di indagini ed esperienze, anche personali. Non si può ridicolizzare, su basi pretestuose, ogni teoria o indagine altra che veda ipotesi di ricerca […]