Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Arte e psicanalisi nel dipinto di Lisa Barbera: La libertà ritrovata a cura della psicologa Susanna Basile

Inizia un connubio tra la pittrice Lisa Barbera e l’interpretazione psicanalitica dei suoi dipinti. “Lei è pensosa con i capelli liberi e le spalline scivolate, un uccello sta sulla spalla, uno sembra che abbia aperto la gabbia, l’altro è lontano: è pronta per lasciarsi andare? Prossima alla perdita di controllo? Gli uccelli li ha creati lei li ha messi in gabbia e poi li ha fatti uscire? Potrebbe essere una perdita delle inibizioni che lei stessa ha creato per poterle superare?”

Tempo di lettura: 3 minuti

Le riflessioni di Lisa Barbera sul suo dipinto.
“Questo quadro l’ho dipinto in questi giorni di quarantena. Ultimamente sono molto affascinata da questo origami a forma di uccellino. Racconto l’attesa, l’immobilità, la voglia di evadere, ma con la gabbia aperta vado oltre, cioè voglio chiaramente dire che in fondo siamo liberi, liberi nella nostra esistenza più profonda. Mi capita spesso di disegnare opere senza capirne il motivo, però mi ritornano in mente. Spesso la mia pittura è istintiva… Una mia cara amica mi dice spesso che sarò canalizzata…”

Pubblicità


Le riflessioni di Susanna Basile psicologa e sessuologa clinica.
Prima raccontiamo subito che cos’è la canalizzazione ovvero il channeling, che chi non lo sa può pensare di tutto di più: può pensare al tetto di casa, da noi le tegole di terracotta si chiamano “canali” che servono appunto a canalizzare l’acqua piovana, che in qualche modo ci può stare, visto che la pioggia viene “dall’alto dei cieli” e se il tetto è ben costruito “scivola” senza effettuare noiose e umide infiltrazioni…
Il fenomeno del channeling dicevamo consiste nel tentativo di stabilire un contatto con un’entità o uno spirito da cui l’individuo, chiamato channeller, risulterebbe ispirato, potendo così trasmettere ad altri i suoi presunti messaggi, insegnamenti, e visioni. In certi casi il channeller descrive tale processo come una connessione col proprio Sé Superiore, o anima divina, capace di fornirgli dei veri e propri messaggi interiori, sottoforma, di un’espressione artistica poetica, grafica o musicale. Proprio come se fosse una “pioggia divina” in cui “presunte entità” entrano in contatto con l’umanità come i casi delle guide spirituali o come direbbe in maniera più pragmatica il grande psicologo Jung, un inconscio collettivo trasmesso da generazione in generazione senza soluzione di continuità. È chiaro che alla base dell’espressione artistica ci debba essere un’elaborazione del channeller della sua vita interiore, come è il nostro caso dell’artista Lisa Barbera. Partiamo dall’osservazione dei suoi personaggi che hanno sempre un occhio solo: sono per lo più donne e se l’occhio unico tenta di ricercare il suo occhio compagno, si sa che il nostro cervello soprattutto l’emisfero sinistro quello razionale cerca la simmetria; dall’altro lato ci viene in mente che “l’occhio unico” è chiamato anche “terzo occhio”. Il terzo e unico occhio è sede dell’intuito, del potere spirituale, e del Sé Superiore. E così abbiamo chiuso il cerchio per quanto riguarda “la possessione” di Lisa Barbera. La Gabbia vuota che comunque era abitata da uccelli di carta psicanaliticamente parlando ci sembra più una sorta di “alibi”. Fossero stati uccelli veri liberati dalla gabbia si poteva pensare alla libertà…ma se sono uccelli di carta, origami ricercati, ma che non hanno a monte la libertà di esistere di essere “vivi”. Lei è pensosa con i capelli liberi e le spalline scivolate, un uccello sta sulla spalla, uno sembra che abbia aperto la gabbia, l’altro è lontano: è una promessa di libertà? È pronta per lasciarsi andare? Una perdita di controllo rispetto alla razionalità? Gli uccelli li ha creati lei, li ha messi in gabbia e poi li ha fatti uscire? Potrebbe essere una perdita delle inibizioni che lei stessa ha creato per poterle superare? La libertà ritrovata, ricercata di cui lei si è riappropriata ha un valore molto più elevato soprattutto se viene indicata da un Sé Superiore su una Via che è stata appena Iniziata.

 

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci