PATERNÓ (CT) – Una rotonda nel cuore per accogliere tutti coloro che da Ragalna, Pedara, Belpasso e dagli altri paesi dell’hinterland etneo devono raggiungere Paternò. Uno spazio verde che diventa simbolo di rinascita e di appartenenza con una enorme scritta “I   Paternò” che conquista e incuriosisce tutti. In primo piano gli studenti dell’istituto di Istruzione Superiore I.I.S. “Francesco Redi” di Paternó, Belpasso e Biancavilla in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’ente di formazione “Galpe”. “Parliamo di un’esperienza che ha tantissime valenze e che va oltre il solo aspetto formativo-afferma la dirigente scolastica dell’IIS. “F.Redi”, la dott.ssa Giuseppa Morsellino– prendersi cura del verde, oltre ad una forma di cittadinanza attiva, per noi serve a sviluppare nei nostri ragazzi un senso di appartenenza nei confronti della propria terra e della propria città. Altra valenza, altrettanto forte, è quella di fare, in questa parte della città, un laboratorio all’aperto dove proseguire la nostra progettazione e mettere in campo le competenze specifiche dei nostri studenti”.

Pubblicità

Presenti all’evento il Sindaco di Paternò Nino Naso, l’assessore Luigi Gulisano, il presidente del consiglio comunale di Paternò Filippo Sambataro, il vice preside dell’istituto di Istruzione Superiore I.I.S. “Francesco Redi” di Paternó, Belpasso e Biancavilla Giovanni Sapienza, il collaboratore scolastico Antonino Laudani. Accanto a loro, il personale Ata del “Francesco Redi”, i ragazzi della “III° A Agrario” e il professore Alfio Baudo che, come lui stesso ha sottolineato, si definisce “un agricoltore prestato all’insegnamento”. “Con l’amministrazione comunale e le forze imprenditoriali della città- sottolinea l’avvocato Barbara Bagnato, D.S.G.A. dell’IIS. “F.Redi”- proseguiamo il percorso didattico che sviluppa, con sempre maggiore incisività, la nostra presenza sul territorio. Parliamo di un’iniziativa che ci rende particolarmente orgogliosi e di questo bisogna ringraziare tutti i presenti”. Tutti insieme per creare appartenenza e fare squadra con il preciso compito di avere una Paternò più verde ed ecosostenibile.

“La rotonda finalmente prende vita creando qualcosa di bello per tutta la città- sottolineano Pierpaolo Torrisi e Gabriele Torrisi della Galpe Formazione– è un progetto nato quasi per caso ma che si è sviluppato grazie a radici ben solide dettate dalla volontà di collaboratore tutti insieme per il bene di Paternò. Il privato e il pubblico, intesa anche come istituzione scolastica, che collaborano insieme e raggiungono quei risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti”.