Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Dissesto idrogeologico: a Salemi si interviene nel versante sud-est del centro

Tempo di lettura: < 1 minuto

PALERMO – Con un ribasso del 25,4 per cento, su un importo di un milione di euro, la Cogemala srl di Agrigento si è piazzata al primo posto della graduatoria nella gara per il consolidamento della periferia sud-orientale di Salemi, nel Trapanese. La Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e diretta da Maurizio Croce, prosegue senza sosta nell’opera di messa in sicurezza e di riqualificazione del territorio.
Si tratta di lavori che i salemitani attendono dal 2007, anno in cui iniziarono i primi fenomeni franosi nel pendio compreso tra la via Antonino Lo Presti e la via Giotto a est e la via Cremona nella parte a nord e che hanno causato danni alle sedi viarie e alle reti di sottoservizi – gas, acqua e fognature – con disagi considerevoli per l’utenza, in una zona densamente popolata. Sino a oggi erano state adottate solo soluzioni tampone, essenzialmente per limitare i danni e per evitare pericoli maggiori, ma occorreva individuare le cause e provi rimedio.
Ed è per questo che ora si procederà con la regimentazione delle acque e con la sistemazione idraulica dell’area di impluvio, mediante briglie e canaloni di gronda. Verranno altresì eseguiti interventi di ingegneria naturalistica e di stabilizzazione del pendio con una paratia di pali in cemento armato per il rafforzamento di tutto il versante.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci