Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

ViiV Healthcare, a Congresso Croi nuovi dati su terapie e prevenzione Hiv

ViiV Healthcare, azienda globale specializzata nell’Hiv, a maggioranza Gsk in partecipazione con Pfizer Inc. e Shionogi Limited, presenterà alla Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections (Croi 2021) in programma in modalità virtuale dal 6 al 10 marzo “16 abstract sponsorizzati”, che includono dati relativi al “diversificato portafoglio di innovative opzioni per il trattamento e la prevenzione dell’Hiv autorizzate o attualmente in sviluppo”. 

Pubblicità

Le presentazioni dei dati più rilevanti – comunica la società in una nota – riguarderanno lo “studio Atlas-2M”, sui “risultati a 96 settimane per cabotegravir e rilpivirina sperimentali a lunga durata d’azione somministrati ogni 2 mesi per il trattamento dell’Hiv-1 in adulti virologicamente soppressi, che si basano sui dati precedenti di efficacia e sicurezza a 48 settimane, insieme a un’analisi degli esiti renali e ossei degli studi Atlas e Atlas-2M”. Ancora: “Risultati proof-of-concept di fase IIa per l’inibitore della maturazione Gsk3640254 (Gsk’254), un nuovo agente antiretrovirale sperimentale con un innovativo meccanismo d’azione, che è attualmente in fase di studio negli adulti che vivono con con Hiv1”. Inoltre, “dati di farmacocinetica e resistenza da Hptn 083, uno studio sperimentale su cabotegravir somministrato ogni 2 mesi per la prevenzione dell’Hiv in maschi che fanno sesso con i maschi e in donne transgender”. 

“L’innovazione alimentata dal nostro team di Ricerca & Sviluppo è impegnata a ridefinire ciò che è possibile sia nel trattamento sia nella prevenzione dell’Hiv – dichiara Kimberly Smith, Head of Research & Development di ViiV Healthcare – I risultati che saranno presentati al Congresso Croi 2021 riflettono questo obiettivo, con nuovi dati che rafforzano ulteriormente la nostra leadership nelle terapie a lunga durata d’azione per il trattamento e la prevenzione dell’Hiv, così come i dati proof-of-concept della nostra pipeline precoce che esplorano un nuovo meccanismo di azione, l’inibizione della maturazione. Siamo impazienti di condividere questi risultati con la comunità Hiv nel corso di Croi 2021”. 

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: