Sicilia Report
Sicilia Report

Video con agenti come maiali, Gianna Nannini si scusa

“Mi scuso, mi dispiace veramente che sia stato travisato”. Lo ha detto Gianna Nannini, ospite a ‘Domenica In’, tornando sulla polemica del suo nuovo video in cui alcuni poliziotti sono raffigurati come maiali. “Sono meravigliata – ha aggiunto la cantante – che un video uscito un mese e mezzo fa abbia creato adesso questo putiferio, non ci posso credere. Né io né il regista Luca Lumaca avevamo intenzione di offendere le forze dell’ordine e le divise che rappresentano”.  

Il video, ha osservato Nannini, “non si può fermare ad alcuni frame, va visto nel suo insieme, è un video che condanna la violenza, gli abusi di potere, di tutti i tipi”. Quindi la cantante ha precisato: “Devo essere molto chiara su una cosa: nessuno ha disegnato uniformi della polizia italiana, le uniformi sono state disegnate su scene reali, dove ci sono riferimenti ad ‘Arancia meccanica’, alla ‘Fattoria degli animali’ di Orwell, a delle cose già uscite. L’allegoria del maiale esiste già e fa parte della cultura del ‘900. Non ’ho inventata io o Luca Lumaca, è una caricatura che esiste da sempre”. 

“In video parla d’amore – ha spiegato ancora – vuole combattere gli abusi di potere l’inquinamento. Io mi sono sempre schierata contro le prevaricazioni, sono andata di persona in Iraq, canto canzoni che parlano d’amore ma questo amore ce lo ammazzano. Nessuno vuole offendere, nessuno, che si sappia”. 

Quindi ha concluso: “Io ho degli amici che fanno questo lavoro e rischiano tutti i giorni e gli voglio bene. Nessuno voleva parlare male della polizia. Sono alcuni casi che esistono, come abbiamo visto in America. ma la divisa non appartiene a una bandiera. Consiglio di vedere il video interamente”. 

Commenti