Sicilia Report
Sicilia Report

Treviri, auto contro folla: 5 morti e 15 feriti, arrestato 51enne 

Un’auto ha travolto alcuni passanti in un’area pedonale di Treviri, nella Germania sud-occidentale, facendo 5 morti e 15 feriti. Lo ha detto il ministro dell’Interno del Land Renania Palatinato, Roger Lewentz, spiegando che tra le vittime c’è anche un bambino di 9 mesi. Le altre sono due donne, una di 25 anni e una di 73, un uomo di 45 anni e una quinta vittima di cui per ora non sono state rese note le generalità. L’uomo procedeva con l’auto, un Suv, a zig zag per fare il maggior numero possibile di vittime. La polizia non ha ancora maturato una spiegazione delle ragioni dell’incidente. L’arrestato, un senza fissa dimora tedesco di 51 anni, che da quattro giorni viveva nella sua auto, non aveva precedenti, ma era ubriaco. Gli esami tossicologici hanno mostrato un tasso alcolemico di 1,4 grammi per litro. Secondo il procuratore della città tedesca Peter Frintzen, l’uomo soffrirebbe anche di problemi psicologici. “Non escludiamo nulla”, ha quindi spiegato il portavoce della polizia di Treviri Uwe Konz, scrive il Tagesspiegel, secondo cui il Suv che ha travolto i pedoni non è di proprietà del 51enne in arrestato, identificato come Bernd Walter W. L’auto risulta intestata a un’altra persona, riferiscono gli investigatori, aggiungendo che quest’ultima però non c’entra nulla.  

Secondo quanto riferito da una testimone a Focus.de, l’auto viaggiava a 70-80 chilometri l’ora. Non ha suonato il clacson e accelerava. Molte persone sono riuscite a mettersi in salvo, saltando di lato, molte altre giacevano a terra immobili. 

“Le notizie che arrivano da Treviri sono molto tristi” ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel. “Porgo le mie condoglianze ai parenti delle persone a cui è stata strappata la vita così all’improvviso e con la forza. Il mio pensiero va anche a chi ha subito gravi ferite e auguro loro tanta forza”.  

“Come in guerra” ha detto il sindaco di Treviri Wolfram Leibe, visibilmente molto provato dopo essersi recato nel centro della città. “Penso che sia il giorno più nero per la città di Treviri dalla seconda guerra mondiale”. Il sindaco di Treviri ha quindi ringraziato i quasi 700 tra soccorritori e forze di sicurezza che nel pomeriggio hanno permesso l’arresto del responsabile in brevissimo tempo. 

La diocesi della città tedesca ha annunciato con un tweet che ci sarà alle 20 una preghiera ecumenica in memoria delle vittime e tutte le altre persone rimaste coinvolte nel tragico incidente di oggi. 

Commenti