Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Migranti, Conte: “Ue deve governare flussi, no subirli” 

Tempo di lettura: < 1 minuto

“Dobbiamo governare con la Ue i flussi migratori, non dobbiamo subirli o rimanere sopraffatti. Dobbiamo assolutamente estendere il raggio di azione della Ue anche nella dimensione esterna. Dobbiamo contrastare i trafficanti di esseri umani” e “dotarci di un meccanismo europeo per i rimpatri e per la redistribuzione obbligatoria dei migranti”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a margine del 7º Vertice dei Paesi del Sud dell’Unione europea ad Ajaccio. Il presidente del Consiglio si è detto “soddisfatto del clima” e della “concretezza” del dialogo di Med7. 

“Dobbiamo fare in modo, sempre a livello europeo, che ci sia piena trasparenza e conformità al diritto internazionale nell’azione di tutti coloro che prestano soccorso in mare. Anche delle Ong”, ha detto ancora Conte. 

“Abbiamo offerto piena solidarietà agli amici greci per la tragedia che è avvenuta” nell’isola di Moria, “siamo anche noi disponibili a offrire tutto il sostegno a favore” dell’iniziativa promossa da Germania e Francia a favore dei minori non accompagnati “e anche in prospettiva dobbiamo evitare che tragedie del genere si possano ripetere”, ha aggiunto Conte in alcune dichiarazioni al termine del vertice. 

“Anche noi -ha aggiunto il premier- stiamo molto soffrendo in Italia, ci sono alcuni centri di accoglienza che sono sovraffollati, è chiaro che dobbiamo metterci nelle condizioni per evitare che si arrivi a questo. Piuttosto che subire passivamente i flussi migratori dobbiamo prevenire e gestirli con una visione strategica. Dobbiamo costruire delle solide partnership con gli Stati da dove originano questi flussi migratori, con gli Stati di transito” e “dobbiamo combattere la criminalità che organizza i traffici illeciti”. 

 

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci