Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

5G, fonti P. Chigi: “Priorità è strategia comune in Ue”  

La priorità è una strategia comune e condivisa in Ue, consapevoli dei rischi intrinseci alle nuove tecnologie, 5G in testa. La riunione di questo pomeriggio a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro e i ministri interessati al dossier, è servita per fare il punto sullo stato della legislazione italiana, con particolare riguardo all’attuazione delle varie previsioni legislative, anche da ultimo introdotte (ad es. d.l. 23/2020, c.d. decreto liquidità), mirate a rafforzare il sistema di difesa e sicurezza nazionale rispetto ai servizi di comunicazione 5G. 

Il confronto, spiegano fonti di Palazzo Chigi, “ha condotto a una condivisa valutazione positiva dell’assetto normativo di cui l’Italia si è dotata negli ultimi tempi, che appare ben strutturato, orientato alla definizione e prescrizione di standard di sicurezza molto elevati, e idoneo a garantire un adeguato livello di protezione delle infrastrutture e delle reti di comunicazione di rilevanza strategica”. 

“Altrettanto condivisa è la piena consapevolezza dei potenziali rischi connessi alle nuove tecnologie e della necessità di adottare sempre nuove iniziative che rafforzino il livello di protezione, avendo come primario criterio di riferimento la tutela della sicurezza nazionale. In particolare si è convenuto che appare assolutamente prioritario perseguire una strategia di indipendenza tecnologica nell’ambito dell’Unione europea, con pieno impegno del Governo italiano a operare per assicurare il più pieno coordinamento delle varie iniziative europee adottate sia a livello legislativo sia a livello di realizzazione delle infrastrutture tecnologiche”, chiariscono le stesse fonti. 

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci