Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Fase 3: Unwto e Sommet Education, ‘Hospitality Challenge’ per rilanciare turismo 

Tempo di lettura: 3 minuti

L’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto) ha scelto Sommet Education come partner di ‘Hospitality Challenge’, un progetto solidale innovativo che mette in palio 30 borse di studio per imprenditori, innovatori e per chiunque abbia idee nuove per favorire la ripresa del settore turistico. Offrendo accesso a programmi di alta formazione di livello internazionale, l’iniziativa mira a sostenere la loro crescita professionale e a favorire lo sviluppo di progetti di valore per il comparto turistico, messo a dura prova in tutto il mondo dalla pandemia del Covid-19, indirizzando i nuovi paradigmi dell’ospitalità verso una maggiore inclusività e sostenibilità.  

I criteri di selezione delle candidature comprendono il grado di innovazione, la maturità del progetto, il potenziale di attuazione ma anche la sua fattibilità, scalabilità, sostenibilità e l’interesse per potenziali investitori. L’iniziativa si rivolge a quattro diverse categorie: Viaggi di lusso, beni e servizi; Alberghi e attività alberghiere: proprietà di piccole e medie dimensioni, imprese familiari; Food Beverage: ristoranti, catering, servizi di delivery e vendita al dettaglio; Smart Real Estate: attività di piccole e medie dimensioni e imprese familiari. Il segretario generale dell’Unwto, Zurab Pololikashvili, dichiara: “Il settore del turismo è fonte di occupazione per milioni di persone e offre opportunità, crescita e uguaglianza anche alle donne, ai giovani e alle comunità rurali. E’ il momento giusto per identificare e attuare nuove idee che rendano il settore dell’ospitalità più inclusivo e sostenibile: la Unwto Hospitality Challange nasce proprio con questo obiettivo”. 

Per Benoit-Etienne Domenget, Chief Executive Officer di Sommet Education, “questa crisi ci offre l’opportunità di conciliare visioni del mondo che sono state opposte per troppo tempo” e proprio “l’istruzione ha un ruolo chiave nel re-inventare l’ospitalità di domani e un mondo più ospitale: offrire borse di studio è il nostro contributo per accelerare la ripresa, sostenendo la crescita di nuovi talenti e supportando progetti innovativi per il settore”. “Attraverso questa iniziativa incoraggiamo lo sviluppo di talenti individuali in tutto il mondo e costruiamo i leader dell’hospitality del domani”, sottolinea. 

“Ci troviamo, infatti, ad affrontare la più grave crisi della generazione, per questo Unwto e Sommet Education – spiega – condividono la convinzione che questa sfida senza precedenti offre anche l’opportunità all’industria dell’ospitalità non solo di recuperare ma di diventare migliore e quindi più forte di prima. Un’opportunità unica per far ripartire il turismo in una maniera più equilibrata, innovativa e sostenibile, e in cui l’ospitalità rappresenti una delle sue forze trainanti. E’ questo il momento di sviluppare nuove idee, offrire un nuovo paradigma industriale e cambiare le abitudini di consumo. Il commercio mondiale, il turismo e il settore leisure possono tornare a crescere e allo stesso tempo diventare più rispettosi verso le risorse naturali limitate, e impegnandosi di più con le comunità e le imprese locali”.  

“Attraverso questa sfida ci rivolgiamo a innovatori e imprenditori per mettere in campo nuove soluzioni per aiutare il settore dell’ospitalità a superare il Covid-19, puntando sulla capacità dell’hospitality di contribuire alla crescita locale, nazionale e internazionale”, conclude.  

I progetti, presentabili fino alla fine di agosto, saranno valutati da un comitato internazionale di investitori, imprenditori ed esperti scelti tra i membri, gli affiliati e gli alleati strategici dell’Unwto, e da rappresentanti di Sommet Education. I 30 finalisti potranno utilizzare la borsa di studio per frequentare uno dei 15 programmi in Hospitality, Culinary and Pastry Arts Management (Bachelor, Master, Mba) offerti dagli istituti di formazione di fama internazionale che fanno capo a Sommet Education: Glion Institute of Higher Education (Svizzera e Londra), Les Roches Crans-Montana (Svizzera), Les Roches Marbella (Spagna) e École Ducasse (Francia). I tre progetti giudicati più innovativi riceveranno anche un finanziamento per sostenere il loro sviluppo iniziale erogato da Eurazeo, uno dei principali gruppi d’investimento al mondo di cui fa parte Sommet Education. 

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci