HomeAdnkronos newsImmediapressMeccanismi finanziari: oggi conviene sfruttare l'interesse composto per investire?

Meccanismi finanziari: oggi conviene sfruttare l’interesse composto per investire?

Chiasso – Svizzera, 26 ottobre 2021 – In occasione della pandemia di Covid-19 molti italiani hanno aumentato i propri risparmi, preoccupati dall’incertezza del momento attuale. Secondo i dati ufficiali della Banca d’Italia, a marzo 2021 i depositi bancari delle famiglie hanno toccato la soglia record di 1.124 miliardi di euro. Tuttavia, l’inflazione in crescita e il forte aumento dei costi applicati dalle banche, a causa dei tassi negativi della BCE, rischiano di erodere una parte considerevole di questa liquidità inutilizzata. 

Pubblicità

Secondo l’ultimo report della Consob sulle scelte d’investimento delle famiglie italiane, nonostante in molti vogliano investire parte dei propri risparmi, essendo consapevoli delle opportunità disponibili, prevalgono spesso timori legati a una scarsa conoscenza degli strumenti finanziari. Eppure anche le banche stesse stanno cercando di dissuadere i clienti nel tenere la liquidità in deposito, con Fineco che ad esempio ha iniziato a chiudere i conti oltre 100 mila euro senza strumenti d’investimento o altri prodotti attivi. 

La soluzione migliore è gestire i propri risparmi in modo intelligente, scegliendo soluzioni d’investimento adatte alle proprie esigenze, con una propensione al rischio adeguata e un orizzonte temporale di lungo termine. In questo caso è possibile sfruttare il meccanismo finanziario dell’interesse composto, un approccio alla base del successo di grandi investitori come Warren Buffett, un sistema che consente di ottenere risultati sorprendenti negli investimenti di lunga scadenza. 

Cos’è l’interesse composto e come funziona questo meccanismo
 

Per comprendere cos’è l’interesse composto una spiegazione chiara e semplice viene fornita dai professionisti di ioinvesto.com, sito web per la formazione in ambito finanziario per chi vuole imparare a investire in modo autonomo.  

Il focus è proprio aiutare le persone nel risparmio intelligente, per investire in modo consapevole ed evitare di lasciare i soldi sul conto, esposti all’inflazione e ai costi bancari, proteggendo il capitale con la diversificazione e una corretta gestione del rischio. 

L’interesse composto è un meccanismo da conoscere assolutamente, per capire quali sono i vantaggi degli investimenti a lungo termine. In pratica, quando si investe un capitale questi soldi generano di norma un rendimento, il quale può essere prelevato oppure utilizzato per incrementare il capitale.  

La seconda opzione consente di aumentare il capitale in modo graduale e crescente, perciò il nuovo rendimento sarà applicato a un importo più alto e così via nel corso del tempo. Si tratta in pratica di un incremento esponenziale, in quanto dopo molti anni questo meccanismo porta a un aumento significativo sia del capitale sia del valore del rendimento. 

Ipotizziamo di investire 10 mila euro con un rendimento annuo medio del 10%. In questo caso, dopo il primo anno si otterranno 1.000 euro dagli interessi maturati, portando il capitale a 11.000 euro. L’anno successivo, lo stesso rendimento del 10% offrirà 1.100 euro e non più mille, mentre la capitalizzazione composta raggiungerà i 12.100 euro. L’anno seguente il medesimo rendimento del 10% genererà un profitto di 1.210 euro, facendo salire il capitale a 13.310 euro. In 20-30 anni l’interesse composto può consentire una crescita considerevole del capitale e del profitto potenziale. 

Se ad esempio il rendimento viene ritirato, il capitale non solo subirà l’erosione dell’inflazione ma offrirà sempre lo stesso rendimento nel tempo. Con l’interesse composto, invece, nel lungo termine il rendimento generato aumenta significativamente, diventando sempre più consistente.  

Questo meccanismo può essere accelerato con apporti costanti nel corso degli anni, ad esempio incrementando il capitale composto non solo con il rendimento generato, ma anche con nuovi fondi ottenuti con il proprio risparmio. 

La differenza tra interesse composto e semplice negli investimenti
 

Per capire meglio il reale vantaggio dell’interesse composto basta compararlo con l’interesse semplice. Investire 10 mila euro di capitale iniziale per 30 anni, con un rendimento medio annuo del 10%, permette in queste condizioni ideali di ottenere al termine del periodo 174.494 euro
con l’interesse composto. Aggiungendo un apporto annuale di 1.000 euro la capitalizzazione composta arriva a 355.437 euro, mentre con un apporto di 2.000 euro l’anno si arriverebbe dopo 30 anni a 536.380 euro. 

Se invece il rendimento non viene reinvestito ma ritirato ogni anno, partendo sempre con lo stesso capitale di 10 mila euro, in questo caso dopo 30 anni il rendimento generato sarebbe di appena 30 mila euro con l’interesse semplice, considerando sempre un rendimento medio annuo del 10%.  

È evidente come questo meccanismo finanziario può garantire performance notevoli nel lungo periodo, per questo motivo si tratta di un approccio consigliato in molte circostanze, ad esempio per un piano di accumulo per la pensione. Ovviamente bisogna sempre rivolgersi a dei consulenti finanziari esperti, oppure investire nella formazione professionale, per essere in grado di costruire un portafoglio diversificato, bilanciato e resiliente. 

Per ulteriori informazioni:
 

IoInvesto.com SA 

IoInvesto.com 

email: info@ioinvesto.com 

Sede: via Laveggio 6, Mendrisio, SvizzeraTelefono: 800140404 


Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Sicilia Report TV

Ultimissime

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli