Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

Basket, Olimpia Milano torna a far sognare: giorni di fuoco nelle prossime settimane

Milano, 18/05/2021 – Al termine di una Gara 5 al Cardiopalma, l’Olimpia Milano (AX Armani Exchange Milano per finalità commerciali) è riuscita a qualificarsi per le Final Four di Eurolega, la principale competizione di basket nel continente europeo. Con la straordinaria vittoria sui tedeschi del Bayern Monaco, branca di pallacanestro dell’omonima società calcistica, Milano si è garantita l’accesso alla semifinale, dove affronterà il temuto Barcellona. 

La squadra allenata dal coach Ettore Messina cercherà così di conquistare il trofeo europeo, provando a riportare in Italia un titolo che manca ormai da troppo tempo: fu, infatti, la Virtus Bologna l’ultima compagine ad assicurarsi il trofeo nel 2001, mentre per quanto riguarda Milano, occorre andare ancora più a ritroso fino al 1988, quando l’allora Tracer Milano sconfisse in finale il Maccabi Elit Tel Aviv. 

Si tratta di un risultato importante, non soltanto perché sono passati ormai più di vent’anni da una vittoria della squadra di pallacanestro meneghina in Eurolega, quanto per i conseguenti ritorni economici. 

Quanto vale questa vittoria da un punto di vista economico?
 

Durante la sua stagione europea, l’Olimpia Milano ha incamerato ben 1,7 milioni di euro in premi. 

Le vittorie nella regular season, inoltre, hanno conferito a Milano un guadagno totale di 840.000€, frutto di un record di 21 a 13. A questi, occorre aggiungere il premio di 70.000€ per ciascuna vittoria nei playoff e un premio di 650.000€ per il raggiungimento della qualificazione alle
Final Four dell’EuroLeague. 

Ma non finisce qui: in aggiunta agli 1,7 milioni, Milano può godere di un ulteriore milione e mezzo in virtù della licenza a lungo termine che gli spetta per la partecipazione all’Eurolega. 

Tirando le somme, l’Olimpia Milano ha guadagnato ben 3,2 milioni di euro, frutto di una eccezionale cavalcata europea. 

Ora la parola d’ordine è una soltanto: vietato fermarsi. Il traguardo è più vicino di quanto possa sembrare e nel caso in cui l’Olimpia riuscisse a sconfiggere prima il Barcellona e poi la vincente tra CSKA Mosca ed Efes Istanbul, si porterebbe a casa un premio finale di 1,5 milioni. Un risultato che riporterebbe un elevato appeal al campionato italiano di Basket, sancendo il ritorno del grande basket italiano nell’olimpo europeo. 

Eurolega, il programma delle Final Four: Milano-Barcellona alle 21
 

L’Eurolega ha reso pubblico il calendario definitivo delle Final Four che si terranno a Colonia, in Germania. Si inizia venerdì 28 maggio con le due semifinali: 

• alle 18: CSKA Mosca-Anadolu Efes Istanbul; 

• alle 21: Barcellona-AX Armani Exchange Milano. 

Le finali si svolgeranno domenica 30 maggio. Si inizierà alle 17:30 con la finalina per il terzo e quarto posto, a cui seguirà la finalissima per il titolo in serata alle 20:30. 

Le premesse per vivere una due giorni di basket di straordinario livello ci sono tutte. Per l’Olimpia Milano, si tratta di rivivere un sogno bramato da oramai troppo a lungo (sono passati ben 29 anni dall’ultimo successo in Eurolega) e la vittoria rocambolesca sul Bayern Monaco ha contribuito ad accendere la carica nei giocatori e nel coach, desiderosi di regalare alla piazza e ai tifosi un successo storico, come evidenziano anche le scommesse basket che sono tornate a concentrarsi con interesse sul torneo. 

Dove si possono vedere le Final Four Eurolega 2021
 

Le partite delle Final Four (28-30 maggio) saranno trasmesse in TV probabilmente sul canale Eurosport, mentre è già stata confermata la diretta streaming sulle piattaforme di Discovery Plus e Eurosport Player. 

Le reazioni in casa Olimpia dopo la vittoria sul Bayern Monaco
 

La roboante vittoria dell’Olimpia Milano
sul Bayern Monaco ha riacceso l’entusiasmo della città di Milano nei confronti della squadra del patron Armani. Su tutti, il coach Ettore Messina, che a fine partita ha rilasciato dichiarazioni di grande euforia e forte attaccamento alla maglia: “Penso che i miei giocatori siano stati tutti strepitosi” – dichiara Messina – “sono davvero contento per tutti. Sentivamo una grossa responsabilità dopo aver perso malamente due partite in trasferta, ma i ragazzi hanno offerto una dimostrazione di forza strepitosa: abbiamo disputato una gara a 5 solidissima, a parte una follia dell’ultimo minuto, ma poi Hines è riuscito a chiudere il match con grande classe”. 

“Sono molto felice per il signor Armani” – prosegue il coach – “Dopo i tanti sforzi e sacrifici fatti negli anni, questo è il giusto riconoscimento che tutti noi gli dovevamo. Speriamo di averlo reso orgoglioso. Abbiamo raggiunto sicuramente un grande risultato, ma mi sento di dire che la cosa più importante, ancora più che aver raggiunto le Final Four, è riuscire a tornare il prossimo anno a giocare i playoff. Il nostro obiettivo deve essere questo, non possiamo accontentarci. Milano merita di giocare i playoff ogni anno”. 

Per Ettore Messina questo è il quarto club con cui accede alle Final Four, ma assicura che stavolta ha un sapore diverso. 

Il coach catanese può già vantare, infatti, quattro successi all’Eurolega: 

• due con la Virtus Bologna nelle stagioni 1997-98 e 2000-01; 

• due con i russi del CSKA Mosca nelle stagioni 2005-06 e 2007-08. 

Che sia l’uomo giusto per riportare Milano in cima all’Europa?
 

“Sono molto contento che questa sia la quarta squadra (nel 2003 raggiunse la finale con il Benetton Treviso, uscendo sconfitto con lo stesso Barcellona, prossimo avversario) con cui vado alle Final Four. Possiamo fare anche quattro e mezzo, considerato che il Real Madrid vinse poco dopo che me ne andai. Devo dire che questo successo è diverso da tutti gli altri. Innanzitutto, per le difficoltà riscontrate a Milano, ma anche perché rientravo in Italia dopo molti anni in giro per l’Europa e per il mondo. Non pensavo si potessero ottenere già quest’anno risultati così importanti, ma siamo riusciti a formare un gruppo solido e vincente, che condivide il modo di giocare e l’atteggiamento dentro e fuori dal campo. 

Abbiamo un gruppo fantastico che crede in questi valori. Bravi tutti, da chi lavora negli uffici a chi scende in campo”. 

Sul fronte mercato piace Jan Vesely
 

Secondo le ultime indiscrezioni di mercato, l’AX Armani Exchange Milano starebbe pensando a Jan Vesely. Pare che ci siano tutti i segnali di un avvicinamento tra le parti. Il trentunenne di Ostrava, giocatore di esperienza che attualmente è in forza al Fenerbahce, sarebbe l’uomo ideale per ricoprire il ruolo di ala grande.
 

Il giocatore ha un ottimo contratto con i turchi che scade nel 2022 e si può facilmente dedurre che, per liberarlo, occorrano sforzi importanti da parte della società milanese. Il ceco è in Turchia dal 2015 e ha ancora un anno di contratto con il club di Istanbul, ma fonti affidabili segnalano che l’Olimpia sarebbe pronta a formulare nella prossima estate un’offerta importante per accaparrarsi Vesely. 

Inoltre, Vasely ha più volte detto di trovarsi molto bene a Istanbul e la moglie del giocatore ha interessi personali e professionali sulla città, un motivo che tenderebbe ad allontanare l’idea di un trasferimento dell’ala grande in Italia. 

Resta, dunque, da convincere il giocatore, il quale, sebbene si sia più volte detto felice della sua attuale situazione, avrebbe lasciato intendere di essere interessato anche a valutare altre esperienze. Servirà un ingente sforzo economico da parte della società meneghina per riuscire a conquistarlo. 

Jan Vesely è stato sesta scelta assoluta al Draft NBA 10 anni fa, nel 2011, quando era in uscita dal Partizan Belgrado. 

Conosciamo bene come funzionano le dinamiche del mercato e di quanto gli sviluppi possano prendere direzioni opposte nel giro di qualche giorno. Ma se qualche mese fa sarebbe sembrata una trattativa persino impossibile da impostare, oggi, anche in seguito all’eccezionale risultato raggiunto in Europa, la scalata per arrivare a Vesely sembra meno impervia. 

Per informazioni:
 

Empire, agenzia di web marketing, è specializzata nel settore del gioco online, con particolare attenzione al Decreto Dignità e alle linee guida dettate da AGCOM e ADM. Di esperienza decennale, punta sempre a soddisfare le esigenze dei giocatori che sono alla ricerca di piattaforme di betting affidabili e sicure. 

Contatti:
 

Tel: 030 553 2421 

e-mail: [email protected]
 

I commenti sono chiusi.