Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Artmarket.com: il dipartimento di valutazione di Artprice aggiorna il valore delle 5 opere vendute all’asta più care del 1999

PARIGI, 1 aprile 2021 /PRNewswire/ — Oggi investire decine di milioni di dollari nelle opere di Beeple o Banksy potrebbe sembrare esagerato, ma acquistare i capolavori più costosi rappresenta statisticamente una strategia vincente. Studi accademici1 hanno dimostrato che nel mercato dell’arte esiste un vero e proprio “effetto capolavoro”: le opere più costose continuano ad acquistare più valore rispetto al resto del mercato. Ciò è confermato dall’analisi svolta dal servizio valutazione di Artprice (Artpricing) sulle 5 opere più costose del 1999. 

Pubblicità

Evoluzione del portafoglio: 1999 vs 2021 

  

«Monitorando i cinque capolavori più costosi del 1999, Artprice ritiene che ciò che 22 anni fa era considerato “troppo costoso”, oggi non lo è più», spiega thierry Ehrmann, presidente e fondatore di Artmarket.com e del suo dipartimento Artprice.  

«Immaginate di aver acquistato nel primo trimestre del 2021 il ritratto di Botticelli, l’NFT di Beeple e i tre dipinti di Basquiat, Banksy e Picasso. Quanto varranno queste opere tra un quarto di secolo? Il futuro ci dirà quali saranno state le transazioni migliori, ma finora l’esperienza ci suggerisce che la strategia di acquistare le opere più costose è quella che paga i dividendi più alti». 

Le 5 opere vendute all’asta più costose del 1999 vs Stime minime di Artpricing nel 2021 

1.  Paul CÉZANNE (1839-1906) – Tenda, brocca e compostiera (ca.1893-1894)1999: 60.502.500 $ → 2021: 120.000.000$ 

2.  Pablo PICASSO (1881-1973) – Donna seduta in giardino (1938)1999: 49.502.500 $ → 2021: 200.000.000$ 

3.  Pablo PICASSO (1881-1973) – Nudo su una poltrona nera (1932)1999: 45.102.500 $ → 2021: 115.000.000$ 

4.  Georges SEURAT (1859-1891) – Paysage, l’île de la Grande Jatte (1884)1999: 35.202.500 $ → 2021: 35.000.000$ 

5.  Paul CÉZANNE (1839-1906) – Bollitore e frutta (ca.1888-1890)1999: 29.476.000 $→ 2021: 60.000.000$ 

Le nature morte di Cézanne hanno raddoppiato il loro valore 

L’opera Tenda, brocca e compostiera (ca.1893-1894) fu acquistata a New York il 10 maggio 1999 per 60,5 milioni di dollari, ben al di sopra della stima di Sotheby’s (25-35 milioni di dollari). Vent’anni dopo, è ancora il prezzo record d’asta per Paul Cézanne. Ma ciò non significa che il suo valore sia diminuito. 

Paul Cézanne, Tenda, brocca e compostiera (ca. 1893-1894), olio su tela. 59,5 x 73 cm 

  

Sei mesi dopo, una natura morta più piccola intitolata Bollitore e frutta (1888-1890) fu acquistata per 29,5 milioni di dollari: entrò nelle prime 5 vendite all’asta del 1999 e inoltre superò abbondantemente la sua stima iniziale (15-20 milioni di dollari). Il suo valore attuale è più o meno noto, in quanto l’opera è stata venduta il 13 maggio 2019 da Christie’s a New York per 59,3 milioni di dollari.  

Dal 1999 il prezzo delle nature morte di Paul Cézanne è quindi raddoppiato. Ciò è stato confermato da diversi altri esempi, tra cui la sua Natura morta (ca.1890) acquistata l’11 novembre 1999 da Sotheby’s a New York per 3,8 milioni di dollari e rivenduta il 14 novembre 2017 dalla stessa casa d’aste per 8,1 milioni di dollari, generando una plusvalenza del 110%. 

Le rivendite a distanza di brevi periodi indicano che i prezzi di Paul Cézanne siano saliti essenzialmente all’inizio del 21° secolo. Acquistata per 18 milioni di dollari nel giugno 2000 da Christie’s a Londra, la sua Natura morta con frutta e vaso di zenzero (ca. 1895) fu venduta il 7 novembre 2006 da Sotheby’s a New York per 37 milioni di dollari. 

Alla luce di tali risultati, si può ragionevolmente stimare che l’opera Tenda, brocca e compostiera (ca.1893-1894) oggi potrebbe raggiungere circa 120-130 milioni di dollari, mentre il valore del suo Bollitore e frutta (ca.1888-1890) è ancora intorno ai 60 milioni di dollari (il suo prezzo di vendita nel maggio 2019). 

Picasso sempre più caro, mentre i valori di Seurat ristagnano 

Donna seduta in giardino (1938) è uno dei migliori dipinti di Picasso non ancora in mano a un museo e oggi potrebbe benissimo valere oltre i 200 milioni di dollari. Per fare un confronto, un dipinto della stessa importanza, Donne di Algeri (Versione “O”) (1955), fu acquistato nel novembre 1997 per 32 milioni di dollari e rivenduto nel 2015 per 179 milioni di dollari.  

Il Nudo su una poltrona nera (1932) acquistato nel 1999 possiede un’opera gemella sul mercato: stesso titolo, stesso anno di creazione, stesse dimensioni, stesso soggetto (si potrebbe facilmente pensare che si tratti dello stesso dipinto). Ora, nel maggio 2010 il prezzo di quest’opera gemella ha raggiunto i 106,5 milioni di dollari. Sembra quindi ragionevole stimare il valore attuale di ciascuna delle due opere a circa 120-150 milioni di dollari. 

Il valore del Paysage, Île de la Grande Jatte (1884) di Georges Seurat, invece, non è cambiato molto in 22 anni. L’opera detiene sempre il record d’asta dell’artista, ma a differenza delle nature morte di Paul Cézanne che valgono il doppio, i recenti risultati di Seurat indicano che il valore di questo dipinto non sia cambiato poi molto.  

A maggio 2018, La rade de Grandcamp (1885), una tela delle stesse dimensioni del Paysage, Île de la Grande Jatte (1984) e della stessa qualità, ha fatto registrare 34 milioni di dollari da Christie’s a New York. Tale risultato suggerisce che la domanda dei collezionisti per le opere di Seurat è rimasta pressoché costante negli ultimi 22 anni.  

In conclusione, la somma del valore di acquisto dei primi cinque risultati del 1999 fu di 219,8 milioni di dollari e, in base all’analisi effettuata dal servizio Artpricing di Artprice, la stima minima attuale del valore di questo gruppo di opere è di circa 530 milioni di dollari.  

Immagini:[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/03/1-Artmarket-Artprice-Evolution-of-the-portfolio-1999-vs-2021.png] 

[https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2021/03/2-Paul-Cezanne-Rideau-cruchon-et-compotier.png] 

1. Renneboog L. & Spaenjers C. (2009). Buying Beauty: On Prices and Returns in the Art Market. Discussion Paper 2009-004, Tilburg University, Tilburg Law and Economic Center. 

Copyright 1987-2021 thierry Ehrmann www.artprice.com – www.artmarket.com
 

Artpricing, i report con le stime di prezzo di Artprice: compilando il modulo online, riceverai entro 3 giorni un report con le stime di prezzo elaborato dai nostri specialisti: https://www.artprice.com/estimate
 

Prova i nostri servizi (demo gratuita): https://www.artprice.com/demo
 

Abbonati ai nostri servizi: https://www.artprice.com/subscription
 

A proposito di Artmarket: 

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF. 

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: www.artprice.com/video
 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987. 

Biografia certificata Who’s Who ©: 

imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2019/10/biographie_oct2019_WhosWho_thierryEhrmann.pdf 

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell’Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell’arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 770.000 artisti. 

Artprice Images® consente l’accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell’Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d’arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell’arte. 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d’Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell’Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 4,5 milioni di utenti registrati hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti registrati. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d’arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell’Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese). 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato “Società Innovativa” dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell’arte. 

Rapporto 2020 sul Mercato Globale dell’Arte di Artprice by Artmarket, pubblicato nel marzo del 2021:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2020
 

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice: serveur.serveur.com/press_release/pressreleaseen.htm
 

Segui tutte le notizie sul Mercato dell’Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter: 

www.facebook.com/artpricedotcom/ (oltre 5 milioni di follower) 

twitter.com/artmarketdotcom  

twitter.com/artpricedotcom  

Scopri l’alchimia e l’universo di Artmarket e del suo dipartimento Artprice http://web.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l’Organe “La Demeure du Chaos” (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013
 

L’Obs – Il museo del Futuro: https://youtu.be/29LXBPJrs-o
 

www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999
 

(4,5 milioni di follower) 


 

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice – Contatti: [email protected]
 

Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1477248/Artmarket_Evolution.jpg  Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1477249/Artmarket_Paul_Cezanne.jpg  Logo – https://mma.prnewswire.com/media/1009603/Art_Market_logo.jpg
 

  

  

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: