Il database tecnico del laboratorio potenzierà i tracciatori con una migliore capacità di resistenza al vento e un minor LCOE (Levelized Cost of Energy, Costo livellato dell’energia) delle centrali elettriche fotovoltaiche  

Pubblicità

SHANGHAI, 16 settembre 2021 /PRNewswire/ — Arctech, il principale fornitore al mondo di soluzioni per tracking, racking e BIPV, ha annunciato che la cerimonia di inaugurazione del suo laboratorio di gallerie del vento si è svolta con successo presso la sede centrale di Kunshan, nella provincia di Jiangsu in Cina, il 6 settembre, confermando che l’azienda è diventata la prima al mondo nel settore del fotovoltaico a possedere un laboratorio di gallerie del vento.  

 

 

 

 

Dotato di capacità di test leader a livello mondiale della pressione statica strutturale e della risposta dinamica strutturale, il laboratorio è in grado di testare l’effetto del vento sui tracciatori fino a 30 m al secondo, velocità che potrebbe coprire la maggior parte degli scenari del mondo reale. Il database tecnico sarà utilizzato come fonte dei parametri di progettazione di base per la realizzazione del prodotto, la ricerca e lo sviluppo e la verifica della progettazione della struttura del prodotto in futuro.  

Applicando il database tecnico per la progettazione concettuale e strutturale del prodotto, il laboratorio delle gallerie del vento consentirà all’azienda di riprodurre diversi ambienti locali in tutto il mondo al fine di ridurre il LCOE (Levelized Cost of Energy) delle centrali elettriche fotovoltaiche aumentando la stabilità dei tracciatori. 

Bruce Wang ha sottolineato: “Riteniamo che il lancio del Laboratorio delle gallerie del vento potenzierà costantemente la presenza di Arctech per la riduzione del LCOE delle centrali elettriche fotovoltaiche poiché il laboratorio ci consentirà di eseguire test realizzabili e conformi delle gallerie del vento per ottenere informazioni aerodinamiche precise e di ottimizzare la progettazione per mitigare il rischio legato al vento sui tracciatori e dotare questi ultimi di una migliore capacità di resistenza al vento”.  

I tracciatori solari sono comunemente noti come parti strutturali rigide; l’asse principale del tracciatore solare è soggetta a deformazione causata da curvature verticali, torsione e condizioni naturali complesse in diverse regioni. Pertanto, sono necessari test analitici più avanzati per una progettazione affidabile dei tracciatori, dato che il montaggio di moduli a potenza ultra-elevata, molto richiesti dal settore, comporta carichi di vento più elevati aggiunti ai tracciatori.   

Arctech ha sempre centralizzato il test delle gallerie del vento formulando specifiche di progettazione rigorose e garantendo l’esecuzione. Il nuovo laboratorio segna un’altra pietra miliare nella volontà dell’azienda di garantire sicurezza e stabilità e, in ultima analisi, potenziare la diffusione del tracciatore solare. 

[Informazioni su Arctech]  

Arctech (SSE-STAR: 688408) è un produttore e fornitore leader a livello mondiale di tracciatori solari intelligenti, strutture a inclinazione fissa e sistemi BIFV per progetti fotovoltaici di grandi dimensioni e commerciali. Alla fine del 2020, Arctech ha fornito oltre 32 GW di sistemi di monitoraggio e racking a quasi 1.100 centrali fotovoltaiche in 40 Paesi, grazie alle sue ampie reti di marketing con sedi in Cina, Giappone, India, Stati Uniti, Spagna, Australia, EAU, Messico, Cile, Brasile, Vietnam e Argentina. Per maggiori informazioni, visitare il sito web www.arctechsolar.com.  

Linkedin:https://www.linkedin.com/company/arctechsolar Youtube: https://www.youtube.com/c/ArctechSolar
 

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/1627504/zhongxinbo.jpg   

  

  

 


COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità